Alla scoperta dei fichi secchi

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [F3PEJVZI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [MIE8EPZD] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [D6TIF5EZ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Tante idee divertenti per scoprire i frutti di stagione. A settembre, giochiamo e impariamo con i fichi secchi. 

fichi per settembre

Attività

Fare i fichi secchi non è semplice come sembra! Sfruttiamo questa occasione per riflettere con i bambini su ogni fase del lavoro, anche da un punto di vista scientifico.

  • Cominciamo l’attività scegliendo con i bambini i fichi: come fare? Vanno scelti quelli sodi. Chiediamo ai bambini che cosa gli fa riconoscere un fico maturo da uno acerbo: il profumo? Il colore? La grandezza? La consistenza?
  • Una volta scelto, puliamolo con una stoffa bagnata, dividiamo ogni fico in due e poggiamolo su un asse di legno.
  • Progettiamo un modo per mettere un velo (dal quale passa la luce del sole) che non tocchi i fichi e allo stesso tempo li protegga dagli insetti.
  • Insieme ai bambini cerchiamo un posto in giardino dove batte sempre il sole e che sia ventilato. Se non è possibile organizziamoci in modo da spostare l'asse di legno quando arriva l'ombra sui fichi. A termine della giornata, in caso di pioggia o durante il week-end portiamo i fichi all'interno della scuola (altrimenti marciscono).
  • Quando i frutti sono secchi buchiamoli al centro (con uno spiedino), buchiamo anche delle foglie di alloro e facciamo passare uno spago nei fori in modo preparare una collana di fichi.

La filastrocca

Possiamo presentare in classe una breve filastrocca, con cui accompagnare, se si vuole, anche alcune fasi del lavoro insieme agli alunni.

ANDAI AL MERCATO

ANDAI AL MERCATO
A COMPRARE UN BUON FICO
E LA FORMICUZZA MI SALTA
SULL'OMBELICO.

Ritornello:

E FA COSÌ, FA COSÌ, FA COSÌ
MA LA FORMICUZZA NON RESTA SEMPRE LÌ

Si tratta di una canzone popolare del Brasile, dal titolo originale Fui ao mercado. La canzone, conosciuta in tutto il Brasile anche come “Formiguinha”, narra di una formica che si sposta da una parte all'altra del corpo di una persona mentre fa la spesa.

Nella tradizione brasiliana i bambini mimano la canzone e scuotono la parte del corpo che viene via via nominata (si veda su questo tema Lerasle M., All'ombra della papaia. Il Brasile e il Portogallo in 30 filastrocche, Mondadori, Milano 2003).

L'idea in più


 

da www.scuoladell'infanzia.it

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola