Colori nella storia - La Villa marittima romana di Minori: oggi e nel I secolo d.C.

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [MRYXWV2L] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [ZCGKLFRL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [D4JMCNFL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Colori nella storia - La Villa marittima romana di Minori: oggi e nel I secolo d.C.

Continuiamo ad osservare il dialogo tra passato e presente attraverso i colori e la storia! Dopo l'approfondimento sul Caos, ecco alcuni materiali sulla Villa marittima romana di Minori, dal progetto "Colori nella storia".

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
02b minori ieri

"Colori nella storia" è un progetto educativo che vuole contribuire alla diffusione della conoscenza dei beni culturali all’interno del loro contesto storico, nel dialogo fra Passato e Presente.

L’interlocutore privilegiato non poteva che essere la scuola, a partire da quella primaria, nella quale avviene il primo e più importante incontro degli studenti con il Passato che, in questa fase della vita, può essere ancora scoperto attraverso quella meraviglia che Platone e Aristotele ponevano alla base del desiderio di sapere, di apprendere.

In un precedente articolo, ho affrontato il rapporto singolare e avvincente tra storia, arte, colori e caos. Ora vi propongo, sempre dai materiali del progetto "Colori nella storia", un approfodimento sulla Villa romana dei Minori. A fondo articolo, in esclusiva per tutti i lettori di "La Vita Scolastica", il video completo dedicato a questo gioiello dell'architettura classica.

La Villa marittima romana di Minori: oggi e nel I secolo d.C.

Osserviamo insieme due immagini della Villa marittima romana di Minori. La prima, qui sotto, mostra quanto rimane oggi del viridarium (giardino interno) circondato dal peristilio (porticato) della Villa marittima romana che si trova nel centro del Comune di Minori, nella Costiera amalfitana.

La seconda immagine che vi propongo di osservare o è una plausibile ricostruzione, in realtà virtuale, del viridarium e del peristilio della Villa marittima di Minori, nel I secolo d.C. Come appare evidente, per i Romani la vegetazione, l’acqua e i colori rivestivano ruoli di grande importanza.

Per continuare il Dialogo fra Passato e Presente del quale si era detto nella scheda dedicata a In Principio era il caos, propongo due strumenti:

  • una riflessione della scrittrice Marguerite Yourcenar (1903-1987), autrice - fra gli altri - del noto romanzo Memorie di Adriano;
  • un PDF del breve racconto per immagini dedicato alla Villa marittima romana di Minori.

A occhi aperti con Marguerite Yourcenar

“Quando si parla dell’amore del passato, occorre porre attenzione, perché si tratta dell’amore della vita; la vita è molto più al Passato che al Presente. Il Presente è un momento sempre breve, nonostante la sua pienezza lo faccia apparire eterno. Quando si ama la vita, si ama il Passato perché è il Presente sopravvissuto nella memoria umana.”
Ed è per questo che i beni culturali - molti dei quali, soprattutto nel nostro paese, sono rovine delle civiltà classiche, disseminate nei paesaggi urbani e non, o raccolte nei numerosi musei - costituiscono quella parte del Passato, non importa quanto remoto, che si è presentificato. Nel nostro oggi, infatti, rappresentano il punto di equilibrio fra la memoria e l’oblio.
Ma, affinché le nostre scelte possano essere guidate dalla consapevolezza è necessario che nell’istruzione di ogni livello si continui a coltivare la conoscenza anche di quei saperi, che non per caso sono definiti scienze umane, ai quali sono affidati lo sviluppo della capacità di pensare criticamente, di trascendere i localismi e di confrontarsi con le culture altre rispetto alle nostre".

da Marguerite Yourcenar, A occhi aperti, Bompiani Milano 1999, p. 31.

La Villa marittima romana di Minori

Per saperne di più

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola