Libri cult per insegnanti

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [8XSXL26T] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [RMXK1DP3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [3A9TJ7K1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Cinque consigli di lettura per chi insegna, firmati da Silvana Loiero, direttrice di ”La Vita Scolastica”

libri cult per insegnanti

“Libri cult per insegnanti”: cinque suggerimenti firmati dalla direttrice de ”La Vita Scolastica”, Silvana Loiero, pensati per i docenti e per chi si occupa di scuola e di educazione

Sono testi che hanno rappresentato, e continuano a rappresentare, un punto di riferimento fondamentale per chi insegna. Libri ”cult” per ogni insegnante, da leggere e rileggere.

 

Cinque titoli da non perdere

Il libro non è per gli insegnanti di italiano ma è utile per tutti i docenti, perché leggendolo si ricavano molte cose utili a migliorare l’efficacia comunicativa. Il linguista ci stimola infatti a metterci nei panni di chi ci legge o ci ascolta. Soltanto in questo modo, quando scriviamo o parliamo, potremo farci capire.

È un libro di qualche anno fa, ma va rispolverato oggi, perché ci aiuta a diventare capaci di ascoltare e comunicare nella odierna società multiculturale; ci stimola a guardare la realtà da punti di vista diversi e a inoltrarci su sentieri che portano ad ammettere e coltivare visioni molteplici del mondo. E in questo modo possiamo diventare buoni “modelli” per i nostri allievi.

“È meglio una testa ben fatta piuttosto che una testa ben piena”. Lo diceva Montaigne, e Edgar Morin riprende la frase nel titolo del libro. Spesso gli insegnanti sono presi dall’ansia da prestazione, bisogna fare “tante cose”. Ecco allora che una rilettura delle pagine del grande sociologo e filosofo francese può aiutare a riflettere: non ha senso far accumulare agli studenti quantità di nozioni relative a discipline separate, occorre invece insegnare a selezionare e interconnettere il sapere.

Lo scrittore francese si definisce un “ex somaro”, ma a un certo punto è successo qualcosa che lo ha poi portato a fare addirittura l’insegnante. Negli ultimi anni di scuola ha incontrato alcuni professori speciali, che non mollavano mai e non si lasciavano “ingannare” dalle “ammissioni di ignoranza” fatte dagli studenti. Molti lettori si riconosceranno in questi docenti appassionati capaci di comunicare ai ragazzi il desiderio del sapere, che si prendono cura degli studenti “impazziti”, simili alle rondini tramortite dopo aver sbattuto ai vetri della finestra.

Per tutti gli insegnanti questo libro rappresenta un “classico” e può essere considerato il capolavoro degli scritti teorici di Rodari. L’autore descrive gran parte dei suoi meccanismi inventivi e suggerisce tecniche per stimolare la fantasia. Non è un "Artusi delle favole", non è un condensato di giochini per bambini, ma un libro teorico del fantastico per l’infanzia che ha avuto grande importanza nella storia linguistica del nostro Paese.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

19 Agosto 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola