Un Natale pieno di libri

Addobbi con materiali riciclati e letture giornaliere per un clima festoso in classe, in attesa del Natale.

di Angela Maltoni · 06 dicembre 2019
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

In un’epoca in cui il Natale – non solo per gli adulti ma anche per i bambini – tende a svuotarsi di significato e diventa sempre più commerciale per il bombardamento dei media che riducono la festa a un tripudio di dolci e giocattoli, la scuola deve cercare di riportare l’attenzione alla vera essenza di questo giorno. Ancor più, come spesso accade nelle nostre classi, se ci troviamo di fronte a bambini di provenienze variegate con lingue, culture e religioni diverse. Tutto questo richiede, da parte dell’insegnante, una particolare sensibilità al rispetto e al coinvolgimento di tutti per aiutare i bambini a riflettere su valori quali la solidarietà e l’accoglienza .

Festeggiare l’attesa

In classi eterogenee non è poi così difficile creare un clima festoso attraverso una serie di piccoli gesti e rituali mirati soprattutto sull’attesa. A volte basta decorare le finestre con tanti fiocchi e un piccolo villaggio innevato, costruire qualche addobbo con materiali riciclati come i tappi delle bottiglie oppure costruire insoliti alberi di Natale con vecchi giornali . Un modo quotidiano per creare e “festeggiare” l’attesa attraverso piccoli doni è proporre un calendario dell’avvento realizzato con tante bustine o foglietti contenenti parole o piccole frasi festose. Nelle mie classi non mancano mai le letterine , sia personali che di classe, scritte – queste ultime – in piccolo gruppo e collettivamente.

Un libro al giorno

Nella didattica è sempre bello progettare un percorso di letture giornaliere di libri e di albi illustrati a tema. In questa attività si può partire da quelli che ormai sono diventati veri e propri classici come – per i più grandicelli – Canto di Natale di Charles Dickens nella bella edizione per ragazzi di Giunti Junior. Per i più piccoli invece è sempre interessante proporre l’intramontabile filastrocca Il Mago di Natale di Gianni Rodari , che ben si presta a essere “manipolata” e adattata al luogo in cui vivono i bambini. Ci sono poi libri altrettanto stimolanti, usciti recentemente, come quello che userò quest’anno – in seconda – Quanto manca a Natale , di Adam Guillain illustrato da Pippa Curnick per Piemme, che aiuta la riflessione sullo scorrere del tempo e crea un bel clima di festa. Un libro prezioso, riedito quest’anno in occasione del centenario rodariano, è Le più belle storie di Natale di Gianni Rodari , illustrato da Angelo Ruta per Einaudi Ragazzi, che presenta testi legati alla festività tratti da diversi scritti dell’autore. Tra questi la bellissima filastrocca Il Pianeta degli alberi di Natale .
Molto carino, sempre per i primi anni della scuola primaria, è Mamma Natale di Penny Ives edito da EL, dove – a causa di un malanno di Babbo Natale – è insolitamente impegnata nella distribuzione dei doni sua moglie. Interessante anche Il mondo segreto di Babbo Natale , un bellissimo pop up di Alan Snow illustrato da Maggie Bateson per Mondadori.
Un Natale vero , di Catherine Metzmeyer illustrato da Hervé Le Goff per Jaka Book, è invece una storia di solidarietà e amicizia; sempre della stessa autrice e casa editrice ma illustrato da Anja Klauss è anche Sveglia! È Natale! . Entrambi danno la possibilità di affrontare diverse tematiche quali la solidarietà, la cooperazione e la condivisione. Molto carina, con una fine vena umoristica, è anche la graphic novel Babbo Natale di Raymond Brigg per EL, attuale nonostante sia datata e particolarmente indicata per chi sta approcciando ma non padroneggia ancora la lettura.
Se l’obiettivo è trovare e approfondire specifici temi legati alle tradizioni, un spunto può essere la collana Le più belle storie di Natale , edita da Gribaudo, con racconti di ispirazione nordica come La leggenda dell’albero di Natale , La storia di Babbo Natale o La storia di Santa Lucia .

Scuola primariaLetturaNataledocentegenitore

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!