"Non è giusto!": la percezione dell'ingiustizia nel contesto scolastico

Gli studi sull’ingiustizia a scuola mettono in luce come avere un trattamento giusto da parte  dell’autorità soddisferebbe bisogni psicologici come controllo,  appartenenza, autostima e autoefficacia.

di Redazione GiuntiScuola · 10 gennaio 2014
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Oltre ad essere un argomento che ha affascinato filosofi quali Aristotele, Pitagora e Sant’Agostino, il tema della giustizia nelle relazioni umane ha avuto ampio spazio anche all’interno delle scienze psicologiche.

In effetti, subire o meno un trattamento “in”-giusto è una delle esperienze che attivano emozioni e comportamenti fin da piccoli: “Non è giusto” è, infatti, una delle prime frasi che i bambini imparano a dire nel periodo infantile. Negli ultimi anni, in campo psicologico sono

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it