M’includo d’immenso, studenti e migranti in un progetto di video e poesia

A Milano un progetto che unisce poesia e videomaking. Protagonisti i ragazzi, studenti e minori non accompagnati 

di Redazione GiuntiScuola · 25 ottobre 2018
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Poesia e video in biblioteca, protagonisti i ragazzi e l'inclusione. È l'evento conclusivo della terza annualità del progetto “YEAD – Young European (Cultural) Audience Development”, dedicata al tema “Pubblici migranti: In/Esclusione”.
Negli spazi della Biblioteca Affori di Milano, in un workshop di poesia e film-making, i giovani partecipanti – studenti italiani e minori non accompagnati provenienti da diverse aree del mondo – hanno esplorato e documentato in un video l’intreccio fra vissuti personali, patrimoni letterari e creazioni poetiche.
I ragazzi e le ragazze che hanno partecipato presentano il progetto venerdì 26 ottobre alle 18 , Biblioteca Affori, Milano.
Insieme a loro:
Armando Vimercati, Responsabile Biblioteca Affori
Mara Clementi e Simona Bodo, Fondazione ISMU, coordinatrici di “YEAD”
Proiezione del video “M’includo d’immenso”.
Reading delle poesie create nel corso del workshop (a cura della scrittrice Candelaria Romero, con i lettori volontari del Patto di Milano per la Lettura).
Con sorpresa finale a cura dell’Associazione Sheb Sheb.
“YEAD” è un progetto di Fondazione ISMU – Iniziative e Studi sulla Multietnicità, cofinanziato dal programma Europa Creativa. Alla realizzazione di questa annualità hanno collaborato la Biblioteca Affori, l’Associazione di Promozione Sociale Sheb-Sheb e il Centro Culturale Multietnico La Tenda.

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!