Contenuto riservato agli abbonati io+

Le buone pratiche dell’integrazione a scuola: una “grammatica” di Vinicio Ongini

Un libro che racconta esperienze di Italiani e stranieri a scuola insieme

di Redazione GiuntiScuola11 settembre 20191 minuto di lettura
Le buone pratiche dell’integrazione a scuola: una “grammatica” di Vinicio Ongini | Giunti Scuola
Grammatica dell’integrazione. Italiani e stranieri a scuola insieme di Vinicio Ongini (Laterza, settembre 2019) presenta tanti progetti di integrazione che funzionano da anni nelle aule italiane; insegnanti, alunni, presidi e genitori sono i protagonisti di queste esperienze positive e fruttuose, i “costruttori di ponti” come li chiama l’autore.
L’integrazione si configura non solo come un aiuto per chi è in difficoltà ma anche come arricchimento e risorsa per tutti, un’influenza reciproca che risulta vantaggiosa e importante per costruire una comunità.
Ongini parla anche delle paure e delle preoccupazioni, ma la sua “grammatica” insegna a costruire nuove prospettive efficaci d’integrazione.

 

L'autore

Vinicio Ongini è autore di saggi e libri per bambini, collabora con Sesamo. Ha fatto il maestro di scuola per vent’anni, oggi lavora come esperto presso la Direzione generale per lo studente del Ministero dell’Istruzione, fa parte dell’Osservatorio nazionale per l’integrazione e l’educazione interculturale e coordina il Gruppo di lavoro sulle scuole nelle periferie urbane multiculturali.
 

 

 

 

 

 
 
 


Scuola primaria