La cittadinanza attiva in una democrazia affettiva

Una democrazia affettiva potrebbe rendere la scuola un luogo dove la conflittualità non ha cittadinanza, aperto alla ricerca, alla curiosità, a nuove esperienze da cui apprendere.

di Giulia Lensi, Renato Palma · 13 ottobre 2020
0

REGISTRATI ACCEDI

0
12 min read

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!