Il caso di un bambino straniero adottato

Presentiamo il caso di Giacomo, un bambino di 11 anni: una storia di difficoltà scolastiche comune ad altri bambini che come lui sono adottati e stranieri. Programmando interventi adeguati, tuttavia, tali difficoltà non gli impediranno un soddisfacente sviluppo sociale e il completamento degli studi.

di Redazione GiuntiScuola · 16 luglio 2014
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

Negli ultimi anni è aumentato in Italia il numero di bambini stranieri adottati che iniziano a frequentare la scuola a età diverse e, a volte, con esperienze scolastiche pregresse. Quando uno di questi bambini s’inserisce a scuola, la prima questione da porsi è quella di comprendere quali sono i bisogni che impone la condizione di essere “adottato e straniero” .

Si tratta di un bambino con una storia di abbandoni , carenze ed esperienze negative alle spalle, che è stato trapiantato in un

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!