Gianni Rodari e le favole addormentate: la gastronomia

Cibi dolci e salati (ma più spesso dolci) sono al centro dei racconti di Gianni Rodari. Qualche esempio e una riflessione sulla tecnica narrativa utilizzata dallo scrittore per trasformare il noto in ignoto, la gastronomia in fantasia senza intaccare di molto né la verosimiglianza della storia, né la forza straniante delle sue "trovate".

di Redazione GiuntiScuola · 12 settembre 2011
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Materiali dolci come il gelato, lo zucchero, il cioccolato diventano spesso la materia prima di cui sono costruite le storie di Gianni Rodari ed entrano a far parte di quella che è stata definita la “gastronomia rodariana” :

“Una volta, a Bologna, fecero un palazzo di gelato proprio sulla Piazza Maggiore, e i bambini venivano di lontano a dargli una leccatina.