Fare tana in classe: il rifugio di Lina

Lina ha trovato il suo spazio protetto e da lì guarda il nuovo mondo. I bambini hanno bisogno di luoghi intermedi per sostare, rifugiarsi, osservare. Di Antonella Sada 

di Redazione GiuntiScuola · 25 gennaio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
5 min read

Lina ha tre anni e mezzo, non ha mai frequentato l’asilo nido e non parla per nulla l’italiano. Quando i genitori l’accompagnano a scuola per la prima volta Lina è molto spaventata, non vuole staccarsi dalla mamma e se ne sta nascosta dietro le sue gambe. Ogni tentativo dell’insegnante di avvicinarsi accentua la chiusura della bambina e causa pianti e urla molto forti. A nulla valgono i tentativi di calmarla con le parole né di distrarla con i giochi.

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it