Estate: tempo per leggere

Le vacanze estive offrono l’opportunità per noi e i nostri ragazzi di avere tempo per leggere. Facciamo sì che trovino i libri giusti e aiutiamoli a godere di quella pausa che offre empatia, pensiero, apre all’immaginazione e alla riflessione. 

di Redazione GiuntiScuola · 26 maggio 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
7 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Tra pochissimo scuole chiuse. Lasciamo allora che i bambini e i ragazzi possano godere del loro tempo , appieno. Ci sono state anche quest’anno grandi discussioni se lasciarli liberi per quasi tre mesi, probabilmente ricorderete le dichiarazioni del Ministro Poletti .
Personalmente credo che ozio e pausa siano invece un momento importante nelle nostre vite e anche in quelle dei più piccoli, spesso costretti a vivere freneticamente le nostre vite. Oziare non significa perdere tempo, ma far sì che la mente si apra, faccia un sospiro di sollievo e possa muoversi verso nuove idee e pensieri.

Troppi stimoli e poco tempo?

La lettura ha bisogno di tempo, di silenzio e a volte di noia.
In ogni convegno o incontro su libri e lettura tra i più giovani salta fuori la questione che hanno “troppi stimoli” e poco tempo per leggere.
Ma partiamo dal presupposto che chi viene su “Sesamo” è un insegnante attento al diritto di leggere e a quanto sia importante educare alla lettura. Ne conosciamo molti, chi fa il mestiere di editore per ragazzi ha la fortuna di incontrare adulti responsabili che sono alla ricerca di libri e lettura da proporre ai propri ragazzi.

A Torino, nella prima giornata del Salone , in occasione della presentazione della petizione per la lettura a scuola di Torino Rete Libri abbiamo assistito a ottime esperienze, come quelle del Liceo Poerio di Foggia o di Qualcuno con cui correre delle quali potete trovare traccia nel Bookblog del Salone del Libro 2015 .

Lettori infiniti

Il consiglio di lettura per gli adulti è senz’altro Il lettore infinito di Aidan Chambers. Con esattezza e semplicità Chambers mostra come poter dar vita al “processo di lettura”, il Reading Circle:

E quanto, perché sia attivato, sia fondamentale un adulto competente,”un lettore adulto esperto e fidato”. Perché “tutti i lettori si aiutano vicendevolmente […] e gli apprendisti lettori dipendono da adulti competenti e consapevoli del loro ruolo, perché ci sono aspetti di qualsiasi arte e di qualsiasi attività – e la lettura è sia arte che abilità – che si imparano solo dall’esperienza e che possono essere trasmessi solo da coloro che li hanno appresi attraverso la loro esperienza” (A.Chambers, Il lettore infinito , Equilibri, 2015, p. 19)

Quello che sta a noi editori fare è scegliere, selezionare, progettare buoni libri, libri che non siano solo “passatempo”, ma - sempre usando le parole di Chambers e di Richard Hoggard ( op. cit. , pp 17/18) - “strumento di riflessione” e possibilità di immaginare, di vivere mille personaggi diversi pur restando noi stessi. Perché la letteratura offre la possibilità di ricercare e ritrovare i tanti significati dell’esperienza umana, “esplora la diversità, la complessità e la singolarità di questa esperienza” .

Storie per cambiare punto di vista

Come si diceva all’inizio le vacanze estive possono offrire finalmente quel tempo che l’attività di leggere chiede con forza. Quel tempo che consente pausa. Concentrazione. Silenzio. Siamo andati a caccia di nuove storie, storie che sovvertano, che siano portatrici di diversi punti di vista, che raccontino di bambini e ragazzi in azione. Delle storie “lunghe”, che ci consentono di aprire una porta su un mondo che non conosciamo, di affezionarci ai protagonisti, di ridere o commuoverci con loro.

Per i più piccoli (8-11 anni)

  • La principessa e lo scheletro , di Piret Raud, autrice e illustratrice estone.
    Accusata ingiustamente di mangiare il dentifricio ogni giorno e costretta ad un orribile dentifricio alla cipolla, la Principessa Lulù si apposta di notte nel suo bagno e… scopre che è uno scheletro a finirglielo ogni notte, perché è il suo nutrimento. È lo “scheletro nell’armadio” del Re suo padre. Una serie di avventure mozzafiato con un indimenticabile Signor Ossi, che porteranno alla scoperta di un segreto che svela un adulto non proprio “magnifico” come si pensava. Sarà la Principessa a far capire al Re suo padre che è necessario affrontare i propri limiti e dire la verità!
  • Vietato leggere Lewis Carroll , di Diego Arboleda Rodriguez, con le illustrazioni di Raul Sagospe.
    "Prestigiosa coppia di New York cerca urgentemente istitutrice francese per la propria figlia unica. Si richiede serietà, buone referenze, sicuramente una buona educazione e particolarmente importante, anzi indispensabile, capacità di mentire (tanto in inglese quanto in francese)".Con questo annuncio ha inizio l'avventura della giovane Eugène Chignon, ragazza francese maldestra e vivace, dai capelli rossi e il sorriso luminoso. Da Parigi sbarcherà a New York per fare da istitutrice alla piccola Alice Liddle, bambina così fanatica del mondo di Lewis Carroll che i genitori le proibiscono di leggere i suoi libri.

Per i più grandi (11-14)

  • Ci siamo innamorati del romanzo Reato di Fuga , di Christophe Leon, tradotto per noi da Federico Appel.
    È una storia che prende immediatamente, perché è raccontata con una lingua e uno stile asciutti: capitoli brevi dove si alternano le storie di Sebastien e Loic, due ragazzi uniti da un terribile incidente. È il padre di Sebastien ad investire la madre di Loic. Solo che non si ferma. E chiede al figlio di ignorare quanto è avvenuto. Ma Sebastien non si rassegna alla irresponsabilità di suo padre. Rintraccerà Loic, e gli sarà vicino nel percorso di guarigione di sua madre. Si ride, ci si commuove, ci si indigna, leggendo il romanzo. E sicuramente Loic e Sebastien ci resteranno nel cuore. E ci spiace un po’ quando arriviamo alla fine.
  • È uscito per Feltrinelli l’ultimo della serie di Polleke di Guus Kuijer, iniziata con il bellissimo: Per sempre insieme Amen . Il titolo in italiano è Con il vento verso il mare .
    Polleke è una ragazzina con un padre disgraziato, una mamma un po’ distratta, dei nonni meravigliosi e una gran voglia di vita. Affronta con leggerezza e saggezza le fatiche dell’esistenza e molto sa insegnare agli adulti.
  • Un buon consiglio, poi, ci viene sempre da Chambers: cerchiamo i nostri libri preferiti, quelli che abbiamo amato (senza fare l’errore di William Goldman, ne La principessa sposa! E questo è un consiglio di lettura per noi adulti!) E allora sicuramente fate che leggano Marie Aude Murail portata in Italia da Giunti, sicuramente Roald Dahl (i libri sono vecchi, ma i bambini sono nuovi, come diceva Roberto Denti, straordinario libraio per ragazzi). E perché no: Piccoli Uomini , della Alcott, I ragazzi della via Pál , di Ferenc Molnár.
  • Noi vi lasciamo con un classico amato e condiviso qui in casa editrice: Un albero cresce a Brooklyn , di Betty Smith. Ci piace, tra l'altro, perché è un libro che racconta anche del meraviglioso potere dei libri. Ma siamo certi ne troverete di bellissimi, se saprete cercare nei cataloghi degli editori, nelle librerie specializzate e nelle biblioteche.

Buona estate e Buone letture!

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!