"Di qua e di là dal mare". Filastrocche migranti

Filastrocche e rime per raccontare le storie di qua e di là dal mare. Per parlare con leggerezza ai bambini del dolore e dell’esilio. Di Carlo Marconi, insegnante e scrittore.  

di Carlo Marconi · 27 gennaio 2018
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Avevano appreso la notizia, la sera precedente, dal telegiornale. I barconi avevano preso fuoco ed erano affondati. Erano morte trecento persone, forse di più; erano morti tanti bambini.
Al mattino i miei alunni volevano parlare, desideravano raccontare la loro esperienza di telespettatori e volevano farlo dal punto di vista di c

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it