Dall'intercultura alla giustizia sociale: una mostra e un libro

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [88PLYP45] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [R95R9C5G] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [QE9591EJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Dall'intercultura alla giustizia sociale: una mostra e un libro

Nell'ambito della mostra fotografica dedicata ai 70 anni dell'Unicef, che si inaugura a Bologna il 12 febbraio e resta aperta fino al 28 dello stesso mese, Massimiliano Tarozzi presenta il suo libro "Dall'intercultura alla giustizia sociale". L'appuntamento è per venerdì 12 febbraio, alle 18.00, in Piazza Maggiore (Palazzo d'Accursio). 

Mostra Unicef

Apre a Bologna il 12 febbraio una mostra dedicatai ai 70 anni di Unicef. Per l'occasione, a Palazzo d'Accursio (Piazza Maggiore), alle ore 18.00, Massimiliano Tarozzi presenta il suo nuovo libro Dall'intercultura alla giustizia sociale. Interverranno Walter Veltroni, membro del Consiglio Direttivo di Unicef Italia, Virginio Merola, sindaco di Bologna, Simona Lembi, presidente del Consiglio comunale, Marilena Pillati, assessore alla Scuola del Comune di Bologna. Condividiamo la presentazione del volume e ricordiamo ai nostri lettori il punto di vista di Massimiliano Tarozzi dedicato alla pedagogia interculturale

Tematizzato e praticato in Europa negli ultimi due decenni, l'approccio della pedagogia interculturale richiede di essere ripensato alla luce dei profondi mutamenti sociali che le migrazioni hanno portato nelle società europee. In particolare si impone oggi come prioritario il tema dell'uguaglianza sociale, che la pedagogia interculturale, che pure conserva una solida validità teoretica, aveva posto in subordine enfatizzando la necessità di promuovere la differenza culturale. Nel volume si propone l'educazione interculturale alla giustizia sociale come un approccio pedagogico e politico che consente di tenere in considerazione al tempo stesso le differenze culturali, contenendone però gli eccessi "culturalisti", e l'uguaglianza e l'equità sociale, limitandone gli eccessi di universalismo omologante. La seconda parte del libro, intende invece esplorare i concetti sopra menzionati sul piano empirico. Anche se una netta distinzione fra il piano teorico e quello empirico non ha sostanzialmente senso, specie alla luce della metodologia di ricerca utilizzata in tutte le indagini: la grounded theory. Qui sono presentate in dettaglio quattro ricerche condotte negli ultimi anni sui temi della social justice education e dell'equità visti nei contesti scolastici, nella formazione insegnante e nelle pratiche di educazione alla cittadinanza.

Per saperne di più

7 Febbraio 2016 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola