Tempo e clima

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [SYX6GELC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [J2ZPAE2V] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [28HY2M4V] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Le parole del tempo danno un nome a fenomeni che i bambini possono osservare e sperimentare direttamente. Dopo l’apprendimento del lessico, e sempre attraverso la contestualizzazione, possiamo proporre i concetti più astratti relativi al clima e ai fattori che lo determinano.

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
13.11_clima

Le parole del tempo

Com’è il tempo oggi? Piove, c’è il sole, fa freddo, c’è la neve? Il lessico necessario per parlare delle condizioni atmosferiche spesso può essere contestualizzato facendo ricorso all’osservazione e all’esperienza diretta o richiamandone il ricordo.

Se stiamo lavorando con bambini di recente immigrazione, possiamo fissare il lessico attraverso la ripetuta associazione parola/immagine: scegliamo figure chiare e comprensibili che rappresentino gli elementi e le varie condizioni atmosferiche e proponiamo giochi associativi.

Cogliamo l’occasione per sviluppare le competenze linguistiche in L2, in particolare rispetto alla scoperta dei meccanismi di formazione delle parole in italiano.
Per esempio, possiamo invitare a scoprire la parola nascosta in frasi simili alle seguenti:

  • C’è il ...........SOLE............. È una giornata soleggiata.
  • C’è la ................................ Il tempo è piovoso.
  • C’è la ................................ Fuori sta nevicando.
  • Ci sono le ........................ Il cielo è nuvoloso.

Organizziamo esperienze di osservazione dei fenomeni atmosferici registrando i dati con la scheda "La scheda del tempo" e con l’organizzazione di una piccola stazione meteorologica di classe. Ciò ci consentirà di contestualizzare l’apprendimento linguistico, cioè di legare le parole della nuova lingua a oggetti e a fenomeni che i bambini possono osservare e comprendere.

Il tempo qui e altrove

Guidiamo la consultazione di siti internet o pagine dei quotidiani con le previsioni del tempo (per esempio ilmeteo.it o meteo.corriere.it); si tratta di un’attività utile anche per familiarizzare con la carta dell’Italia e con i nomi delle città italiane. Osserviamo le carte delle previsioni insieme ai bambini, spieghiamo i simboli grafici e sollecitiamo la conversazione con domande come le seguenti:

  • Che cosa rappresenta il sole (la nuvola, il fulmine, ecc)?
  • Che tempo fa oggi a Roma? E a Firenze (Napoli, Milano, ecc.)?
  • Che tempo è previsto domani a Roma? E a Firenze (Napoli, Milano, ecc.)?

Con alunni di recente immigrazione o che hanno frequenti trasferte nel Paese d’origine, possiamo proporre il confronto tra il clima in Italia e quello del Paese di origine. Per i più piccoli il confronto sarà basato su elementi approssimati e sull’esperienza personale (vedi scheda "Confronto il clima di due luoghi"), mentre con i più grandi si può proporre un confronto a partire da dati come la piovosità, la temperatura media, l’altitudine, la distanza da poli e equatore, ecc. reperibili sui testi o in internet.

Il clima

Il testo semplificato del Centro COME "L’italiano per studiare 3, testi semplificati per l'insegnamento della Geografia" fornisce una serie di schede relative alla geografia dell’Italia e al clima. Prima di proporlo e di individuare gli elementi e fattori che determinano il clima di un luogo, è opportuno fare esempi specifici identificando, ad esempio, quanto la nostra località è influenzata dall’altitudine, dalla distanza dal mare, dalla piovosità media, ecc.

Proprio la presenza nella stessa classe di alunni con provenienza geografica differente può consentirci di fare confronti con altri luoghi e con le loro caratteristiche. Ricordiamoci comunque che molti degli alunni identificati come di cittadinanza non italiana sono nati in Italia o hanno avuto pochi contatti con il Paese di origine dei genitori e non conoscono perciò, esperienzialmente, altro clima che quello del luogo nel quale vivono ora.

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola