Parole-chiave per una scuola dell'inclusione

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [TFBYECZ4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [CMFTTU55] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [7QLKRHQ2] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Graziella Favaro anticipa alcune questioni che affronterà nel corso del convegno "A scuola nessuno è straniero", previsto per il 14 e il 15 marzo prossimi, a Palermo.

Graziella Favaro

Graziella Favaro, pedagogista, tra i massimi esperti di scuola multiculturale e inclusiva, è referente scientifico del convegno “A scuola nessuno è straniero”.

Il convegno, gratuito e a iscrizione obbligatoria, è previsto per il 14 e il 15 marzo a Palermo e organizzato, tra gli altri, da Giunti Scuola e dalle sue riviste “La Vita Scolastica”, “Scuola dell’infanzia”, “SesamOnline”. 

Nella prima parte di una densa video-intervista, la dottoressa Favaro ci ha parlato dei traguardi raggiunti e delle criticità nella scuola italiana sulla via dell'inclusione.

In questa seconda parte, anticipa alcuni tema del suo intervento, dal titolo “Parole/chiave per una scuola dell’inclusione in situazione di pluralità”.

 

 

 

 

Per saperne di più

3 Marzo 2014 Cultura e pedagogia

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola