L'insegnamento della scrittura funzionale

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QVMVCXLE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [A1V5LLKB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [AN7HZNBG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L'insegnamento della scrittura funzionale

Lo strumento didattico proposto rappresenta un curricolo per l’apprendimento della scrittura funzionale, rivolto particolarmente ad allievi che presentano disabilità cognitive medio-gravi. L’abilità di scrittura funzionale, per questi allievi, risponde all’esigenza fondamentale di integrarsi il più adeguatamente possibile nel proprio ambiente sociale. 
come-scrivere-sceneggiature-per-fumetti_cd9e1b3245e5e0d4dffdf8d31c0fbffa

Immagine tratta dal sito webclassekennedy.wordpress.com

Dal punto di vista concettuale, con il termine funzionale s’intende “ciò che è rispondente a specifiche esigenze”. Analogamente, l’abilità di scrittura funzionale, più che alla possibilità di produrre dei testi scritti (un tema, una lettera, un riassunto, appunti di una lezione ecc.), per molti allievi con disabilità cognitive medio-gravi – per i quali il percorso volto all’apprendimento della scrittura strumentale è risultato impossibile – risponde all’esigenza fondamentale di integrarsi il più adeguatamente possibile nel proprio ambiente sociale. Dal punto di vista didattico, inoltre, il programma che presentiamo può essere impiegato anche con soggetti con deficit più lievi per consolidare le abilità di scrittura già acquisite.
L’itinerario istruzionale prevede due obiettivi generali, ognuno articolato in una serie di obiettivi specifici e di step istruzionali.

 

OBIETTIVI

 

OBIETTIVO GENERALE 1: Sviluppare abilità fino-motorie necessarie per l’apprendimento della scrittura.

 

Obiettivo specifico 1.1. 
L’allievo dovrà afferrare correttamente una penna o una matita e tracciare alcuni segni su un foglio.

 

Procurate all’allievo una penna ed un foglio di carta. Mostrategli come si deve afferrare la penna ed incoraggiate­lo ad imitarvi. Se necessario, guidatelo nell’af­ferrare la penna con prensione tridigitale. Dopo aver posizionato correttamente la penna nella mano dell’allievo, stringetegli il pugno per facilitare la presa e guidatelo nel tracciare alcuni segni sul foglio. Richiamate l’attenzione dell’allievo sui segni tracciati e mostrate il vostro apprez­zamento con lodi ed altri tipi di ricompensa. Poi incoraggiatelo ad eseguire da solo il compito. Qualora l’allievo abbia gravi difficoltà di prensione, aumentate la circonferenza della penna avvolgendola con del nastro isolante o della gommapiuma, creando una sorta di impugna­tura che potrà essere afferrata più agevolmente­.

 

Obiettivo specifico 1.2.
L’allievo assumerà una postura appropriata allo scrivere.

 

Mentre ripetete le attività descritte al punto precedente, osservate la postura dell’allievo. Ricordate che una posizione errata del corpo rischia di interferire con la leggibilità e la velocità di scrittura, determinando inoltre un maggiore affaticamento nel ragazzo. Pertanto, interrompete l’allievo qualora assuma una posizione scorretta. Osservate quindi l’allineamento del busto, delle spalle, della testa, nonché la posizione di braccia e gambe. All’occorrenza apportate le necessarie correzioni alla postura, tramite guida fisica o suggerimenti verbali.

 

Obiettivo specifico 1.3. L’allievo posizionerà correttamente il foglio su cui scrivere.

 

 

Per saperne di più scarica l'articolo completo nella sezione "Approfondimenti" che trovi in cima a questa pagina. Per abbonarti clicca qui!

Donatella Tamburri (Università di Udine): 24 Febbraio 2017 Apprendimento, Didattica

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola