Educazione affettiva e sessuale a scuola - videolezione della Prof.ssa Roberta Giommi (Prima parte)

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QVBI2IA9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [IT57SM4K] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [HFW35XDL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Educazione affettiva e sessuale a scuola - videolezione della Prof.ssa Roberta Giommi (Prima parte)

Perché educare all’affettività e alla sessualità? A che età è meglio iniziare? In che modo? Pubblichiamo la prima parte di una videolezione della Prof.ssa Roberta Giommi nella quale sono affrontati questi temi.
Schermata 2017-10-30 alle 12.14.10

Roberta Giommi

Roberta Giommi è sessuologa, psicologa, psicoterapeuta e dirige l’Istituto Internazionale di Sessuologia di Firenze. In questa videolezione parte da una constatazione fondamentale: il silenzio assordante che vige, da parte di molte figure educative, sul tema della sessualità, e dunque di qualcosa che riguarda il corpo, la nostra vita, le emozioni.

La Professoressa Giommi spiega che bisognerebbe rompere questo silenzio. I bambini sono molto recettivi rispetto a temi che permettono loro di conoscersi fin da quando sono molto piccoli: l'OMS sostiene che bisognerebbe iniziare a educarli a comprendere le proprie sensazioni e acquisire una capacità decisionale (per esempio, poter dire "no, non voglio") a partire dall'asilo nido. Ciò sarebbe utile e necessario, soprattutto in un'ottica preventiva.

 

Per saperne di più...

Guarda la seconda parte di questa videolezione

Guarda l'intervista a Roberta Giommi, nella quale approfondisce ulteriormente il tema dell'educazione sessuale a scuola

Se sei abbonato, leggi l'articolo di Roberta Giommi Sessualità ed emozioni nel numero 37 della nostra rivista

30 Ottobre 2017 Bisogni, Emozioni, Relazioni

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola