Educazione

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [812BVKD9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [5NZKKE56] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [E1SXD1WC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
Educazione

Apprendere consapevolmente per stare meglio a scuola: il progetto BE-STudent

Paola Palladino, responsabile del laboratorio di psicologia dell'apprendimento dell'Università di Pavia, in occasione del prossimo convegno di "Psicologia e Scuola" a Milano parlerà di un progetto per promuovere l'apprendimento in studenti con svantaggio socio-economico


10 Gennaio 2019

Insegnare è insegnare a vivere

Che cosa può fare la psicologia per supportare una scuola che non si limita a riempire le menti di contenuti e a “normalizzare” i diversi? Di Santo Di Nuovo 

Il disturbo non verbale: diamo una definizione

Irene C. Mammarella, dell’Università degli Studi di Padova, anticipa il tema del suo intervento in occasione del convegno di Psicologia e Scuola in programma a febbraio a Milano


07 Gennaio 2019

Un 'patto' tra scuola e professionisti per aiutare i ragazzi con disattenzione e iperattività

Gli insegnanti, nei primi anni della primaria, si devono “attrezzare” per aiutare gli allievi con deficit di attenzione e iperattività attraverso l'organizzazione di un ambiente strutturato, con routine stabili. In seguito sarà necessario prestare attenzione alle problematiche attentive e...


Claudio Vio: 24 Dicembre 2018

Gli effetti della lettura ad alta voce nel contesto scolastico

Il professor Federico Batini curerà un workshop in occasione del convegno di "Psicologia e Scuola" in programma a febbraio: "Leggere in classe favorisce lo sviluppo di dimensioni cognitive ed emotive"


20 Dicembre 2018

Compiti per casa: migliorarli o abolirli?

Per evitare che i compiti per casa siano fonte di rabbia e nervosismo per i ragazzi – ma anche per i genitori – gli insegnanti dovrebbero assegnare agli allievi lavori "motivanti". Di Angelica Moè


Angelica Moè: 20 Dicembre 2018

Forse potrebbe interessarti anche...

Le difficoltà nell’avvio alla lettoscrittura

Il volume è un efficace strumento per avviare e sostenere l’apprendimento della lettoscrittura nelle prime classi della scuola primaria...