Le caratteristiche sensoriali nello Spettro Autistico

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [ZPRYPFRI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [TN14ID1S] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [1EFMDP14] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Le caratteristiche sensoriali nello Spettro Autistico

Come percepiscono la realtà le persone appartenenti allo Spettro Autistico? Alcune particolari caratteristiche sensoriali possono spiegare dei modi di fare talvolta insoliti? Il parere di Rita Centra
dipinto-con-le-mani-per-il-papa

Immagine tratta dal sito Pourfemme

Le persone appartenenti allo Spettro Autistico percepiscono la realtà, attraverso i vari canali sensoriali, in modo diverso dalle persone “tipiche”. Oltre ai comportamenti osservabili ci sono una serie di caratteristiche che possono spiegare alcuni modi di fare insoliti, bizzarri o problematici.

Particolarità sensoriali

  • Ipersensibilità ad alcuni suoni o rumori (alcune voci, alcuni rumori di sottofondo possono essere percepiti come assordanti);
  • ridotta o eccessiva sensibilità tattile (fastidio al tocco, ad alcuni tessuti, alle etichette degli indumenti, alla consistenza di un certo cibo nel palato, indifferenza per il caldo o il freddo);
  • particolare percezione del dolore (apparente insensibilità);
  • sensibilità a stimoli olfattivi e gustativi (tale da ostacolare la condivizione di esperienze); 
  • ipersensibilità agli stimoli visivi (percezione dell’intermittenza di alcune luci al neon, sensazione di accecamento rispetto ad alcuni riflessi del sole);
  • difficoltà a identificare alcune sensazioni propriocettive (senso dell’equilibrio precario, mancanza della sensazione di sazietà).

Inoltre, si osserva la ricerca attiva di determinate stimolazioni sensoriali, come oggetti che girano (ventilatori, sedie girevoli), riflessi di luce, meccanismi che si aprono e si chiudono, alcuni tipi di pressione sul proprio corpo.

Le persone con appartenenti allo Spettro Autistico possono avere difficoltà a integrare due stimoli provenienti da canali percettivi diversi (ascoltare e scrivere contemporaneamente oppure ascoltare e guardare nello stesso tempo) e la tendenza a non riconoscere i visi.

Si precisa che non tutte queste caratteristiche devono essere presenti nelle persone con autismo: se ne possono presentare solo alcune e soprattutto nell’arco degli anni possono cambiare, alternarsi, sparire e ritornare.

Per comprendere meglio questo diverso modo di sentire consigliamo di visionare il filmato Sensory Overload, cliccando qui.
 

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola