Psicologia e Scuola

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [XD5HKZ9F] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [K255HFIH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [33BJMT7B] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

    Con i genitori, per aiutare i bambini in difficoltà

    Non possiamo che guardare con empatia i turbamenti e le emozioni che prova il genitore quando comunichiamo le difficoltà del figlio. Di Adriana Molin

    L’importanza della funzione paterna

    Padri e madri svolgono funzioni diverse e complementari nell’educazione dei figli e nella trasmissione di valori e competenze. Di Luisa Lauretta

    La psicologia e il benessere a scuola

    La conoscenza dei fattori emotivi e cognitivi, che sono alla base dei processi d'apprendimento, è molto importante per rimuovere o ridurre, nel minor tempo possibile, le cause delle difficoltà scolastiche. Di Maria Chiara Passolunghi

    Ascoltare e ascoltarsi a scuola

    Come possiamo coltivare il silenzio per favorire una relazione autentica con bambini e ragazzi?  Di Luisa Lauretta

    L'eduzione socio-affettiva per star bene a scuola

    È importante offrire agli allievi un’educazione socio-affettiva che consenta loro di aumentare la consapevolezza di ciò che vivono, per aiutarli a crescere con maggiore serenità. Il contributo propone alcune buone pratiche utili a questo scopo. Di Gabriele Dimitrio (Psicologo...

    Gabriele Dimitrio: 13 Marzo 2019

    L’importanza di lavorare sul benessere a scuola

    Occuparsi di benessere scolastico, creare un buon gruppo classe, equivale a gettare le basi per un ambiente più fertile per il lavoro, sia in aula che a casa: i ragazzi vanno a scuola più volentieri, stanno in classe più...

    Silvio Oliva: 12 Marzo 2019

    Star bene a scuola: la felicità in ambito scolastico

    Attraverso il gioco, il divertimento, gli allievi imparano volentieri, contenti di farlo. Senza la componente del divertimento non useranno il pensiero critico in maniera creativa. Intervista a Paolo Legrenzi (Università Ca’ Foscari di Venezia)

    Paolo Legrenzi: 11 Marzo 2019

    Non amano leggere: che cosa posso fare?

    A scuola possiamo trovare bambini con difficoltà di decodifica, di comprensione del testo, di motivazione. Di Adriana Molin

    L'importanza dell'attività fisica nell'apprendimento

    Dedicare del tempo alla pratica motoria e alle attività sportive migliora il rendimento scolastico, ha un effetto positivo sugli aspetti disciplinari e incide positivamente sull’intenzione di proseguire nel corso degli studi. Intervista a Fabio Lucidi (Università di Roma...

    Fabio Lucidi: 08 Marzo 2019

    Il peso delle “tensioni emotive” in classe

    Tocca sempre più al docente il ruolo di “insegnare a vivere”, da svolgere con attenzione, disponibilità all’ascolto ed empatia. Vi proponiamo un’esperienza in classe che mostra il disagio emotivo dei ragazzi e una possibile strada per affrontarlo, con l’aiuto...

    Come potenziare a scuola empatia e prosocialità?

    Per aiutare i ragazzi a sviluppare maggiore empatia e prosocialità è utile, come nei percorsi antibullismo, indurli a mettersi nei panni degli altri, perché possano rendersi conto, per esempio, della sofferenza che comporta una condizione di esclusione o di...

    Ersilia Menesini: 04 Marzo 2019

    Una riflessione sull'impossibile

    La poetessa Maria Luisa Spaziani scrive che "Non ha colonne d’Ercole il pensiero": la cupola del Brunelleschi ci permette di porci domande sulle nostre potenzialità e sui limiti che ci creiamo. Di Claudia Casini. 

    Numero in corso