Genitori e bambini, un riferimento imprescindibile

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [4KHKABN8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [FIJIK2SE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [VR32RVPK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Genitori e bambini, un riferimento imprescindibile

Alcune domande e tredici consigli per aiutare il gruppo educativo a valorizzare le relazioni con la famiglia dei piccoli del nido

Quando in un nido si accolgono i bambini, lo si fa insieme ai loro genitori. Genitori e bambini sono un nucleo imprescindibile.

Poniamoci alcune domande da discutere con il gruppo educativo. Come creare le condizioni per un buon ambientamento? Cosa intendiamo per “Partecipazione delle famiglie”? Cosa può interessare loro e che azioni ci vengono in mente? Quali energie e risorse abbiamo a disposizione? Infine, come scorgere gli interessi dei bambini e i loro bisogni, in modo tale da costruire una progettazione educativa con le famiglie?

Per rispondere a questi quesiti, ecco alcune azioni “a impatto zero” che possono tornarci utili.

1. Chiediamo ai genitori e ai nonni i loro mestieri, le loro passioni.

2. Organizziamo un incontro per giocare ai giochi di una volta (i giochi senza giocattoli).

3. Raccogliamo filastrocche, musiche, conte e detti popolari.

4. Chiediamo ai genitori di raccontarci i loro ricordi e le loro esperienze da bambini.

5. Nella prima assemblea, raccogliamo le aspettative dei genitori.

6. Creiamo occasioni rilassate di confronto, di piacevole stare insieme e di gioco tra genitori e gruppo educativo per iniziare a conoscersi.

7. Curiamo una bacheca per scambi di informazioni sui possibili luoghi da visitare nei fine settimana e un angolo per richieste di Cerco/Offro...

8. Creiamo un angolo dove richiedere, classificare e tenere ordinati i materiali naturali a uso dei bambini.

9. Pensiamo a un luogo in giardino dove bambini e genitori possano soffermarsi e all'interno del nido.

10. Creiamo un angolo o una giornata del baratto e dello scambio.

11. Traduciamo le comunicazioni di benvenuto e le informazioni nelle lingue necessarie.

12. Creiamo iniziative: piacevoli colazioni mattutine, laboratori di cucina...

13. Proponiamo laboratori per i genitori di facile trasferibilità nel contesto di casa: il cestino dei tesori, i materiali naturali, un elenco di materiali casalinghi utili al gioco...
 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

04 Marzo 2019

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola