Matematica, da Castel San Pietro Terme l'esperienza dei docenti a disposizione dei colleghi

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [LZZ7VYQ9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [ZESG63M8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [XD5HS3RK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Matematica, da Castel San Pietro Terme l'esperienza dei docenti a disposizione dei colleghi

Festeggia le 32 edizioni il convegno nazionale che mette in risalto le migliori proposte didattiche italiane in materia. Bruno D'Amore: "La professionalità è mettere il proprio sapere al servizio degli altri". Di Daniele Dei

convegno matematica castel san pietro terme 2018 (8)

Tre giorni per dare spazio alle eccellenze didattiche: il 32esimo convegno di matematica di Castel San Pietro Terme (Bologna), di scena dal 16 al 18 novembre, al solito riscuote interesse e curiosità da parte del corpo docenti e anche per l'edizione 2018 si è arrivati al sold out. Il tema di quest'anno, scelto dai curatori Bruno D'Amore, Martha Isabel Fandiño Pinilla e Silvia Sbaragli, è "La didattica della matematica, strumento concreto in aula".

"Chi non fa il nostro mestiere non sempre riconosce la professionalità. - Ha esordito Bruno D'Amore nell'apertura del convegno - C'è gente che fa tutt'altro mestiere e mette in dubbio ciò che si fa nelle aule, a tutti i livelli di istruzione. Persino certi insegnanti non riescono a definirsi professionisti. Sono quelli che vanno a dei corsi per sentirsi dare delle ricette. Invece qua non viene nessuno a chiedere elemosine di ricette, ma tutti collaborano e lavorano. Quasi tutti che tengono seminari o conferenze raccontano esperienze in aula, quindi qualcosa di positivo che ha funzionato viene donato ai colleghi. Questa è professionalità".
Corposa quest'anno anche la presenza di autori di Giunti Scuola, tra i partner della kermesse, come anche evidenziato da Emilia Passaponti della redazione riviste, chiamata a portare il saluto dell'editore nel corso degli interventi inaugurali.

Con lei al tavolo dei relatori ieri, venerdì 16 novembre, anche Fausto Tinti (sindaco di Castel San Pietro Terme), Fabrizio Dondi (assessore comunale alla Cultura), Mirko Degli Esposti (prorettore vicario dell’Università di Bologna), Giovanni Dore (direttore del Dipartimento di Matematica dell’Università di Bologna), Gino Carignani (dirigente IC 2 Lucca), Paolo Negrini (co-responsabile scientifico del NRD di Bologna) e Gabriele Gelatti, che in questi giorni espone le proprie opere legate al rapporto tra arti visive e scienze numeriche.

Quest'anno sono stati numerosi gli interventi in plenaria, come anche le proposte di didattica presentate tramite i poster degli insegnanti e degli istituti scolastici di tutta Italia. Le riviste Giunti Scuola hanno raccolto alcune delle esperienze più interessanti del convegno in modo da approfondirle e raccontarle ai propri lettori nel corso dei prossimi mesi.

Clicca qui per vedere la galleria fotografica su Facebook.

Daniele Dei: 17 Novembre 2018 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola