L’agenda della scuola – settembre 2016

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [RL2SD2WU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [36GM6XPH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [ET2A4ETN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

L’agenda della scuola – settembre 2016

Primo giorno dell’anno scolastico 2016/2017. Primo Collegio dei Docenti. Adozione del piano annuale delle attività. Individuazione dei collaboratori del Dirigente Scolastico. Assunzioni, determinazione del fondo dell’istituzione scolastica. I principali appuntamenti di settembre per il personale della scuola. A cura di Cristina Lerede. 

Puzzle

1° giorno del nuovo anno scolastico – 1 settembre 

Prende avvio l’anno scolastico 2016/2017. Il calendario scolastico 2016/2017 con la data del primo giorno di scuola, i ponti e le vacanze di Natale, Pasqua e Carnevale varia a seconda della regione di appartenenza. Ogni scuola può decidere di aggiungere uno o due giorni di vacanza durante l'anno, che si aggiungono ai giorni di chiusura stabiliti dalla singola regione. La chiusura delle scuole dell'infanzia è prevista per il 30 giugno 2017, mentre per quanto riguarda la fine delle lezioni nella scuola primaria, le medie e le superiori, i giorni sono stabiliti dai citati calendari scolastici. Resta fermo il numero minimo di almeno 200 di giorni di lezioni per la validità giuridica dell’anno scolastico.

1° Collegio docenti: Legge 107/2015, comma 14 - prima settimana di settembre 

Prende avvio il nuovo anno scolastico e la sua "inaugurazione" coincide in tutte le scuole con il primo Collegio dei docenti (d’ora in avanti CD) che solitamente viene calendarizzato nella prima settimana di settembre. Il CD è composto da tutti gli insegnanti in servizio dal 1° settembre dell'anno scolastico di riferimento (compresi gli insegnanti di sostegno) ed è presieduto dal Dirigente scolastico; nel corso dell'anno ne fanno parte anche i supplenti temporanei, limitatamente alla durata della supplenza. Il Collegio si riunisce in orari non coincidenti con le lezioni, su convocazione del Dirigente scolastico o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti, ogni volta che vi siano decisioni importanti da prendere.
Nella riunione di primo insediamento il CD delibera sulla suddivisione dell’anno scolastico in trimestri o quadrimestri ai fini della valutazione degli alunni (art. 7 comma 2 lett. c Testo Unico sulla Scuola - 297/94, art. 2 OM 134/2000).
Non va dimenticato che ogni seduta del CD deve essere verbalizzata da un segretario nominato dal DS tra i docenti che fanno parte dell’organo collegiale. Il segretario verbalizzante può essere unico per tutto l’anno scolastico o variare per ogni seduta. Il verbale è il documento che attesta le delibere assunte dal CD.

Adozione del piano annuale delle attività - durante il primo Collegio docenti 

Nel primo CD viene adottato il piano annuale delle attività. Infatti l’art. 28, comma 4, II capoverso, del CCNL 2006/2009 prevede che prima dell’inizio delle lezioni, il dirigente scolastico predisponga, sulla base delle eventuali proposte degli organi collegiali, il piano annuale delle attività e i conseguenti impegni del personale docente, che sono conferiti in forma scritta e che possono prevedere attività aggiuntive. Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal CD nel quadro della programmazione dell’azione didattico-educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell’anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze. Di tale piano è data informazione alle organizzazioni sindacali. 

Individuazione del 10% dei docenti che coadiuvano il Dirigente Scolastico: Legge 107/2015, comma 83

L'Istituto dell'esonero o del semi esonero dall'insegnamento, di cui può beneficiare il vicario o collaboratore del dirigente scolastico, è stato abolito (a partire dal 01/09/2015) dalla legge di Stabilità 2015, che ne ha rinviato la disciplina alla Legge 107. Secondo tale legge( comma 83 dell’art. 1), il Dirigente scolastico può individuare, nell’ambito dell’organico dell’autonomia, fino al 10% che lo coadiuvano in attività di supporto organizzativo e didattico, senza che ciò comporti nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.
L’organico dell’autonomia 2016/2017 comprende l'organico di diritto e i posti per il potenziamento, l'organizzazione, la progettazione e il coordinamento, incluso il fabbisogno per i progetti e le convenzioni di cui al quarto periodo del comma 65. Questo organico dell’autonomia viene distribuito anche alle scuole, separando, solo per una comodità burocratica, quello di diritto da quello potenziato. Entrambi gli organici contribuiscono alla salvaguardia dei soprannumerari e vanno comunque integrati e considerati organici unici.

Immissioni in ruolo - dal 1 al 15 settembre

Dal 1° al 15 settembre sono da effettuare le nomine in ruolo del personale docente di ogni ordine e grado. Prima delle operazioni di immissioni devono essere svolte le operazioni di utilizzazione dei docenti, per valutare l'esatto numero di posti disponibili.
Le immissioni in ruolo avverranno dalle graduatorie di merito del concorso (2012 e 2016) e dalle GAE; a ciascuna di esse è destinato il 50% dei posti. Per la scuola d'infanzia le immissioni in ruolo 2016/17 daranno spazio prioritariamente all'assunzione dei docenti ancora inseriti nelle graduatorie di merito della scuola dell'infanzia del concorso 2012.
Per il personale ATA, dopo il blocco dello scorso anno, il MIUR ha autorizzato un contingente di 10.801 unità del personale ATA da assumere in ruolo entro la fine del mese di agosto 2016.

Nomina supplenti - dopo il 15 settembre 

I posti non interessati alla nomina dei docenti in ruolo verranno coperti dai supplenti annuali le cui nomine avverranno dopo il 15 settembre, data entro cui dovrebbe completarsi l’operazione di immissione in ruolo a cura degli Uffici Scolstici Territoriali. Eventuali ulteriori posti disponibili saranno coperti con nomine conferite dal dirigente scolastico seguendo la graduatoria d’istituto. Tutte le supplenze temporanee vengono conferite fino al 30 giugno 2017.
Le supplenze del personale ATA si svolgono in parallelo con quelle del personale docente.

Domande per il riconoscimento sei servizi agli effetti della carriera: Legge 107/2015 comma 209 - dal 1°settembre

Le domande per il riconoscimento dei servizi agli effetti della carriera del personale scolastico sono presentate al Dirigente Scolastico nel periodo tra il 1 settembre ed il 31 dicembre di ciascun anno.
Si ricorda che per effetto di quanto disposto dal Decreto del Presidente della Repubblica 275/99, art. 14, al Dirigente dell'istituzione scolastica presso la quale l'interessato è titolare compete l'emanazione del decreto di ricostruzione della carriera, per le domande di riconoscimento dei servizi e dei benefici presentate dal personale docente, educativo ed A.T.A. a far data dal 1° settembre 2000.

Fondo funzionamento delle istituzioni scolastiche: Legge 107/2015, comma 11 - entro settembre

Entro il mese di settembre il Governo dovrà erogare alle scuole 4/12 del Fondo funzionamento delle istituzioni scolastiche e comunicare sempre alle scuole l’ammontare dei rimanenti 8/12.
A partire dall’anno scolastico 2016/2017 si applicheranno i nuovi parametri che tengono conto dei nuovi indirizzi nati dopo la riforma delle superiori (come il liceo musicale, il liceo sportivo e delle scienze applicate) e di realtà come i CPIA, Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti. Per dare alle scuole risorse non solo più consistenti, ma anche calibrate sulle loro specificità (come la tipologia di indirizzo o la numerosità degli alunni), la quota per alunno viene aumentata (per le primarie lo stanziamento passa da 8 a 20 euro). 

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola