Crescere cittadini del mondo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [PD21HQBM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [GB3ITCFE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [5XB8CRFR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Conoscenze, competenze, valori e atteggiamenti si intrecciano in un approccio pluridimensionale che riguarda tutti i docenti e tutte le discipline. Di Silvana Loiero.

cittadinanza gruppo bambini mondo intercultura

L’espressione “educazione alla cittadinanza”, accompagnata da aggettivi come consapevole o attiva, è ricorrente nei testi ministeriali italiani. A livello internazionale l’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura) in un documento del 2015 parla di ECG, cioè Educazione alla Cittadinanza Globale (o mondiale ECM). “L’educazione può farci comprendere in profondità che siamo tutti legati in quanto cittadini di una comunità mondiale e che le sfide che dobbiamo affrontare sono interconnesse”. (Ban Ki-moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite dal 2007 al 2016).
Il testo dell’UNESCO è reperibile in inglese qui: Global Citizenship Education: Topics and Learning objectives e in francese Éducation à la citoyenneté mondiale - THÈMES ET OBJECTIFS D’APPRENTISSAGE.
 Il documento si collega sia al punto 4 della Risoluzione adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU nel settembre 2015, relativa all’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, sia al documento strategico per l’ECG approvato in Italia nel febbraio 2018: Benvenuti nel 21° secolo: ecco la strategia per educare alla cittadinanza globale.
Alla scuola italiana arrivano dunque sollecitazioni internazionali per un’educazione alla cittadinanza che si fondi su dimensioni interconnesse: il piano cognitivo, socio-affettivo e comportamentale. Termini come conoscenze, competenze, valori e atteggiamenti si intrecciano in un approccio pluridimensionale che riguarda tutti i docenti e tutte le discipline. E temi quali l’emigrazione, la sostenibilità ambientale, la questione di genere, il dialogo tra culture e religioni, i diritti umani, la legalità ecc., sono nuclei fondanti interdisciplinari del curricolo scolastico. Non progetti da aggiungere al normale “programma”, dunque, ma fili che, intrecciati, rappresentano lo sfondo di tutte le attività.

Editoriale pubblicato su La Vita Scolastica 9 2018

Scopri il numero a questo link
 

Silvana Loiero: 30 Aprile 2018 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola