Primi passi col CLIL

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9HSYY6KM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [82C7JVHI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [BZVULAFK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

L'interesse per il CLIL è notevole e in continuo aumento. Ma di che cosa si tratta veramente? Definizioni, strumenti e buone pratiche per cominciare.  

CLIL4CHILDERN

Il CLIL è un po' come il mare... pronti per il nostro viaggio?

Ciao a tutti e benvenuti in questo nuovo blog! Mi chiamo Paola Traverso, sono stata insegnante d'inglese, formatrice e ho lavorato presso l'Irre Liguria. Attualmente collaboro con le riviste "Scuola dell'Infanzia" e "La Vita Scolastica". Sono anche coinvolta in un progetto europeo sul CLIL. Un'altra cosa importante da aggiungere è che sono di Genova, amo il mare, le storie e le lingue. Le lingue straniere sono un po' come il mare e le storie: permettono di spaziare, navigare, sognare! Anche il CLIL è un po' come il mare e permette di fare una varietà incredibile di esperienze.

Con questo blog vorrei dare a tutti gli insegnanti informazioni corrette appunto sul CLIL, illustrare percorsi di lavoro, offrire indicazioni di siti utili, fornire spunti di riflessione metodologica. Last but not least una delle finalità è anche quella di proporre buone pratiche attuate nella scuola primaria, perché l'esempio di quello che è stato fatto dai colleghi fornisce spesso la spinta per sperimentare percorsi analoghi adattandoli al proprio contesto educativo.

Italia e Europa: i documenti sul CLIL

Il CLIL è diventato uno dei concetti chiave della politica educativa, sia a livello nazionale che europeo. Le Indicazioni ministeriali del 2012, tra le varie possibilità metodologiche, nominano l'uso della lingua straniera "per promuovere e veicolare apprendimenti collegati ad ambiti disciplinari diversi". La legge 107 pone una grande attenzione alle lingue straniere e per potenziare l'offerta formativa propone l'uso della metodologia CLIL già a partire dalla scuola primaria.
I documenti europei (Libro BiancoQuadro Comune Europeo di Riferimento) sottolineano l'importanza delle lingue straniere che vengono considerate una delle competenza chiave per i cittadini europei. Si raccomanda la conoscenza di almeno tre lingue comunitarie e il CLIL viene indicato come uno degli strumenti per facilitare la competenza plurilingue e pluriculturale.

I progetti

Negli ultimi decenni in Italia sono stati attuati progetti pilota CLIL che hanno interessato anche la scuola primaria, se pur in maniera più ridotta rispetto alla scuola secondaria. Indichiamo ad esempio il progetto ALI-CLIL della Lombardia e il progetto SLIL (Science and Language Integrated Learning) del Piemonte.
Alcuni progetti eTwinning e progetti europei si sono concentrati sul CLIL. Tra i progetti più recenti citiamo C4C - Clil for Children. Il progetto, partendo da un'indagine sullo stato dell'arte del CLIL e da una ricerca sulle OER (Open Educational Resources), intende offrire ai docenti strumenti e linee guida per promuovere il CLIL nella scuola primaria.

Che cos'è il CLIL

L'interesse per il CLIL è dunque notevole ed in continuo aumento. Quando si parla di CLIL, tuttavia, esiste un po' di confusione. Incominciamo quindi con sciogliere l'acronimo inglese. CLIL sta per Content Language Integrated Learning. Nel nostro paese è stato a volte usato l'acronimo italiano ALI che sta per Apprendimento Linguistico Integrato. Per attivare un apprendimento integrato, la lingua straniera viene utilizzata per insegnare contenuti disciplinari: si usa l'inglese per insegnare arte, musica,scienze, ecc.

Il CLIL non sostituisce le normali lezioni d'inglese, ma affianca l'insegnamento linguistico curricolare. Si viene quindi a creare una maggiore esposizione alla lingua straniera e un ambiente d'apprendimento meno artificiale e più legato alla vita reale della classe. Non c'è infatti bisogno di simulare esperienze, ma si fanno esperienze per apprendere contenuti disciplinari. Si usa la lingua straniera per fare (formulare ipotesi, sperimentare, giocare, osservare, comparare, classificare, ecc.) e si imparano strategie per imparare (learning skills). Nel CLIL lingua, contenuto e abilità di studio sono integrati e connessi. Ed è proprio questa la grande sfida del CLIL: riuscire a proporre ambienti d'apprendimento dove una tale integrazione possa aver luogo.  

 

Sei interessato al progetto CLIL 4 Children? Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti? Vai all'indirizzo www.clil4children.eu e compila il form.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola