Neoassunti, laboratori e visite alle scuole innovative nel periodo di prova

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QMI55TX3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [IRYZXQB9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [18MX8XRU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Neoassunti, laboratori e visite alle scuole innovative nel periodo di prova

Ecco che cosa prevede il percorso di formazione, con la guida operativa di un tutor. Di Paolo Bonanno

insegnanti in riunione

Come già detto nel mio post precedente il MIUR ha ricordato agli uffici periferici l’opportunità che gli incontri iniziali di carattere informativo per i docenti neo-assunti, da svolgersi anche per gruppi differenziati, siano calendarizzati in ogni territorio a partire dal mese di ottobre 2019, dedicando agli incontri iniziali e finali un tempo pari a 6 ore complessive, e organizzandoli su diversa scala territoriale, secondo la programmazione stabilita dagli USR o dagli Uffici territoriali, d’intesa con le scuole polo.

È consentita, a richiesta, la partecipazione a tali incontri del docente tutor che, lo ricordiamo, è la figura prevista dal comma 117 dell’articolo 1 della legge 107/2015, al quale il dirigente scolastico affida il compito di seguire il percorso del docente in periodo di prova, predisponendo un’istruttoria sulla base della quale il dirigente stesso, sentito il comitato per la valutazione, esprimerà il proprio giudizio conclusivo.

Laboratori e visite

Il percorso di formazione prevede lo svolgimento di laboratori formativi (incontri a piccoli gruppi, con la guida operativa di un tutor-formatore) per un totale di 12 ore.

A domanda degli interessati, e per un massimo di 3.000 docenti gli Uffici scolastico regionali programmeranno visite di singoli docenti neo-assunti o di piccoli gruppi, a scuole che si caratterizzano per una consolidata vocazione all’innovazione organizzativa e didattica, visite volte a suscitare motivazioni, interesse, desiderio di impegnarsi in azioni di ricerca e di miglioramento.

Ambiente online

Entro il mese di novembre 2019 si procederà all’apertura dell’ambiente online, predisposto da INDIRE, al fine di garantire una più ampia disponibilità della piattaforma ai docenti neoassunti. Le attività online vedranno alcune variazioni e semplificazioni di carattere editoriale, per assicurare il migliore collegamento tra le varie sequenze del portfolio e le attività in presenza. Viene confermato l'ambiente online pubblico in supporto ai diversi soggetti impegnati nella formazione, in modo da assicurare un’interazione tra i partecipanti alla formazione e le strutture responsabili dell’organizzazione.

Le novità

Credo sia importante a questo punto ricordare che la legge 107, ai commi 115 e 116, e il decreto applicativo di tali commi (d.m. 850 del 27 ottobre 2015) hanno innovato in termini sostanziali le modalità e i requisiti per il superamento del periodo di prova da parte dei docenti. Rispetto a quanto previsto in precedenza dal Testo unico 297/1994, il superamento del periodo di formazione e di prova è sempre subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni – con la precisazione che il servizio prestato in almeno centoventi di tali giorni deve essere stato attinente alle attività didattiche – e viene computato con riferimento all’intero periodo dell’anno scolastico, e non più, come avveniva in precedenza, al solo periodo delle attività didattiche (e cioè fino al 30 giugno).

Per saperne di più

Per chi voglia svolgere un approfondimento su questa importante materia rinvio ai precedenti interventi sul blog a commento delle novità introdotte dalla legge 107.
 


 

  

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola