Un milione di parole in meno: gli effetti della povertà narrativa

Che cosa succede ai bambini che vivono un’infanzia senza storie e senza libri? Gli effetti della povertà narrativa si traducono in un lessico limitato e in maggiori difficoltà di apprendimento della lingua scritta. Di Graziella Favaro

di Redazione GiuntiScuola · 07 maggio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
6 min read

Tutti i bambini (e anche gli adulti) hanno bisogno di storie . Storie per condividere, ricordare, imparare, immaginare. Storie da ascoltare e da guardare; da toccare e da ri-raccontare. Le storie danno spessore e senso alle vicende di ciascuno , le collocano dentro una cornice di riferimento e le mettono in relazione con altre storie, contemporanee o lontane nel tempo. Le pratiche narrative stab

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it