Tratta di esseri umani e moderne forme di schiavitù, siglato accordo Miur-CNN per sensibilizzare gli studenti

Informare i giovani sui temi delle moderne forme di schiavitù e del traffico di esseri umani, insegnare loro a riconoscerne i segnali per poter intervenire, spingerli a partecipare a iniziative di sensibilizzazione e contrasto di questi fenomeni. Sono gli obiettivi del Memorandum d'intesa firmato nei giorni scorsi dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, e dal Direttore esecutivo del progetto Freedom della CNN Leif Coorlim.

di Redazione GiuntiScuola · 25 settembre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

"Il progetto Freedom ha raccontato centinaia di storie da tutto il mondo, focalizzando l'attenzione sulle diverse forme moderne di schiavitù . In questi anni, abbiamo potuto comprendere come l'educazione rappresenti una chiave fondamentale per la soluzione di questi problemi. Se i giovani conoscono i rischi, possono evitare di finire vittime di tratta o di schiavitù. Se sono in grado di riconoscere i segni del traffico di esseri umani, possono identificarne le vittime e provare a salvare delle vite". Sono parole di Leif Coorlim, curatore del progetto Freedom , in occasione della firma di un accordo con il MIUR .

L'accordo prevede che, a partire da questo anno scolastico, i materiali video prodotti dalla CNN per il progetto Freedom vengano utilizzati per accrescere l'attenzione degli studenti italiani sul traffico di esseri umani e sulle nuove forme di schiavitù e per promuovere soluzioni pratiche per migliorare la cura delle persone coinvolte in questi traffici. Gli studenti italiani saranno inoltre incoraggiati a partecipare e contribuire agli obiettivi del progetto.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!