Toccare, ascoltare, gustare. Insegnare e imparare in un’aula senza pareti

Dall’aula all’esterno: ogni occasione è buona per fare esperienze, affinare i sensi, scoprire nuove cose. E, al ritorno in classe, la narrazione anche scritta diventa fluida e spontanea.

di Anna Maria Latrofa · 14 maggio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
6 min read
L’aula è un luogo d’apprendimento aperto costantemente verso l’esterno, uno spazio senza pareti e senza confini dove gli alunni imparano attraverso l’esplorazione e l’interazione diretta con il territorio vicino e lontano dalla scuola. Uscendo dall’aula, le occasioni di scoperta si moltiplicano e diventa così inevitabile e necessaria la narrazione.

A occhi chiusi

Siamo partiti dall’esplorazione del giardino della scuola in una fredda e luminosa giornata di marzo. Il giardino i bambini

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it