Sport e integrazione: la vittoria più bella

Il Ministero del Lavoro e il CONI lanciano una raccolta di buone pratiche sul tema dello sport come ambito di integrazione. La scadenza per la presentazione dei progetti è il 31 maggio.

di Redazione GiuntiScuola · 29 aprile 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano rinnovano anche per il 2015 l’Accordo di Programma per la promozione delle politiche di integrazione nello sport. L’obiettivo di questa edizione è diffondere i contenuti del Manifesto dello Sport e dell’Integrazione , redatto durante la scorsa edizione, per promuovere un vero e proprio percorso di evoluzione culturale attraverso il coinvolgimento attivo e concreto del mondo scolastico e sportivo su tutto il territorio nazionale.

Il programma di azioni 2015 di “Sport e Integrazione” prevede tre principali ambiti di intervento:

  • Cittadinanza sportiva : promozione di un percorso in grado di rimuovere i fattori che differenziano i giovani italiani e stranieri nell’accesso e nella pratica dell’attività sportiva in ogni contesto e a tutti i livelli.
  • Campagna educativa : rivolta alle scuole primarie nell’ambito del progetto di “Sport di Classe” , mirata a rafforzare negli alunni la consapevolezza dei valori del Manifesto.
  • Buone pratiche : esperienze positive provenienti dalle varie realtà sportive in materia di sport e integrazione che il progetto mira a raccogliere, valorizzare e diffondere.

Per quanto riguarda quest'ultima sezione, le buone pratiche vanno presentate entro il 31 maggio, seguendo gli spunti dati dal Manifesto dello Sport e dell'Integrazione , le indicazioni del bando di concorso e compilando la scheda di iscrizione .

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!