Quanti italiani?

Quanti nuovi cittadini italiani ci sarebbero se venisse approvata la legge sullo "ius soli temperato" al momento in discussione alla Camera? Una ricerca della Fondazione Leone Moressa.

di Redazione GiuntiScuola · 02 ottobre 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Al momento è in discussione alla Camera una nuova legge sulla cittadinanza che introduce il principio dello "ius soli temperato" e dello "ius culturae" per i bambini e ragazzi che giungono in Italia prima dei 12 anni. La Fondazione Leone Moressa ha fatto una ricerca in proposito, calcolando quanti potrebbero essere i beneficiari della nuova legge. Ecco il comunicato stampa:

Se la riforma attualmente in discussione dovesse diventare legge, potrebbe portare 800 mila nuovi italiani immediati e altre 50 mila naturalizzazioni ogni anno.

Con l’introduzione dello "ius soli temperato", potrebbero acquisire la cittadinanza italiana i figli di immigrati nati in Italia dal 1998 ad oggi (ovvero ancora minorenni) i cui genitori risiedono in Italia da almeno 5 anni, circa 600 mila. Inoltre, grazie allo "ius culturae", rientrerebbero nella riforma circa 178 mila alunni nati all’estero che abbiano già completato 5 anni di scuola in Italia.

Considerando che i nati stranieri in Italia negli ultimi anni si sono attestati tra i 70 e gli 80 mila, si può prevedere il numero di beneficiari dei prossimi anni. Mantenendo fissa la stima dei nati da genitori residenti da oltre 5 anni (65%), è possibile calcolare una quota di 45-50 mila potenziali nuovi italiani ogni anno per ius soli e 10-12 mila bambini nati all’estero e iscritti a scuola.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!