Per la festa dell'Europa

Il 9 maggio è il giorno dedicato alla festa dell’Europa. Ecco due strumenti per parlare con i bambini della loro cittadinanza europea e del nostro continente. Di Graziella Favaro.

di Redazione GiuntiScuola · 06 maggio 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
5 min read

ll 9 maggio è il giorno dedicato alla festa dell’Europa . Questa data ricorda il 1950, quando ci fu la presentazione del piano di cooperazione economica che segna l’inizio del processo di integrazione fra i Paesi del vecchio continente. L’Unione Europea ha avuto inizio qualche anno dopo, nel 1957, e oggi ne fanno parte 28 Paesi (l’ultima entrata nell’Unione è stata la Romania, nel 2007).

" Unita nella diversità " è il motto dell’Unione Europea, che riconosce così il suo carattere fortemente interculturale e la varietà culturale e linguistica presente nel suo territorio.
Vi proponiamo due modi e due materiali per parlare di Europa ai bambini.

Un opuscolo illustrato - Unita nella diversità

È un opuscolo per i bambini della scuola primaria, realizzato dall’Unione Europea nel 2014, che, attraverso le immagini e le didascalie nelle varie lingue, presenta la molteplicità della famiglia europea e le caratteristiche dei Paesi che la compongono.

Una fiaba - Una torta per l’Europa

Questa fiaba è stata scritta da Giorgia, una bambina di quinta dell’istituto comprensivo Trilussa di Milano. L’ha scritta a seguito delle sollecitazioni e delle conversazioni proposte in classe nell’ambito del progetto “ Sapore di fiabe ” che si sta realizzando in alcune scuole milanesi e che fa parte delle iniziative legate a Expo. Il racconto di Giorgia è un invito a fare dell’Unione Europea un’istituzione sempre più coesa e solidale nella quale ciascuno possa riconoscere la sua casa.

Una torta per l’Europa
Giorgia, classe V B – I.C. Trilussa - Milano
C’è un gran fermento in tutti i Paesi europei: si sta avvicinando il 9 maggio, la festa dell’Europa. Per l’occasione è stato lanciato un concorso speciale che consiste in una gara di torte per rappresentare al meglio il Vecchio Continente.
È una manifestazione senza precedenti e la fate di ogni Paese partecipano alla gara e si contendono il premio.
E finalmente arriva il gran giorno.
Sul palco sono esposti i dolci più belli e golosi: torte di tutti i tipi, frittelle dalle forme più strane, biscotti grandi e piccoli.
Adelaide, la fata della Germania, presenta la sua torta a base di farina, uova, un pizzico di energia e qualche goccia di serietà. Molto votato anche il dolce della fata francese Amelie, che si presenta elegante e profumato.
Alla fine, vince il concorso la torta preparata da Adalgisa, la fata italiana. Ha mescolato insieme ingredienti delicati e un po’ trascurati negli ultimi tempi: mezzo chilo di buonsenso, un chilo di pazienza, un po’ di tolleranza, una buona dose di ottimismo e due cucchiai di generosità.
Questa sarà la torta ufficiale dell’Europa per il prossimo anno.
Si consiglia la massima distribuzione in tutta l’Unione Europea.
E a tutti: buon appetito!

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!