Per accogliere bisogna sentirsi a casa

È tempo di accoglienza. Tempo di riprendere o tessere i fili di relazioni buone e di predisporre condizioni positive per l’apprendimento di ogni bambino e ragazzo. Ma, per poter accogliere, anche gli insegnanti – “vecchi” o “nuovi” che siano – devono sentirsi a loro volta accolti e sentirsi parte del contesto educativo che è anche la loro casa

di Graziella Favaro · 31 agosto 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read
Buon anno scolastico a tutti gli insegnanti che accolgono con attenzione e competenza: ai docenti di nuova nomina che cominciano un’avventura appassionante e coinvolgente e a coloro che riprendono un cammino già iniziato!

Buona ripartenza a tutti e buona accoglienza per tutti, grandi e piccoli!

Anche gli insegnanti possono essere spaesati

Il tema e le azioni dell’accoglienza dei bambini e dei ragazzi – i piccoli che iniziano il cammino e coloro che lo riprendono dopo la pausa e

docente

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it