Noi parliamo tante lingue

Da un progetto nelle scuole dell'infanzia i tanti disegni di bambini che abbelliscono le strade di Torino in questi giorni. Un consiglio, dunque, per chi visita la città o va alla Fiera del libro: occhi aperti! 

di Redazione GiuntiScuola · 14 maggio 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Chi capita a Torino in questi giorni o andrà alla fiera del libro vedrà in giro per la città o nello stand del Comune di Torino dei coloratissimi manifesti con i disegni dei bambini della scuola dell’infanzia torinese Chagall.

Fanno riferimento al progetto "Io parlo tante lingue" che ha coinvolto negli ultimi tre anni insegnanti di scuola dell’infanzia, educatori di nido e responsabili di circoli didattici.

Si tratta di un percorso di ricerca-azione, condotto da Graziella Favaro , che, a partire dal tema dell’importanza della lingua madre, ha attivato riflessioni ed esperienze con i bambini relative alla diversità linguistica e all’apprendimento dell’italiano come seconda lingua.

Oltre ai manifesti, il Comune di Torino ha realizzato anche delle bellissime cartoline con i disegni e le parole dei bambini .

Ve ne proponiamo 4:

  • GABRIELE - Io parlo romeno e anche l’italiano. Quando penso alle parole romene, penso che sono nella mia testa a sinistra mentre l’italiano sta a destra.

  • RAYAN - Le mie lingue, arabo e italiano, sono come la mia sciarpa. Insieme girano intorno al mio collo poi si dividono in due parti: una è la parte araba e l’altra è la parte italiana.

  • KAIFA - Io parlo bangla e italiano. Le lingue sono nella mia testa e escono come fumo. Il bangla è forte e rosso; l’italiano è leggero e di colore verde.

  • AMAL. - Io ho imparato prima l’arabo. L’italiano l’ho imparato a scuola. Per me è più facile l’arabo ed è nel mio cuore. L’italiano invece è nella mia pancia.

Sul tema della diversità linguistica vi proponiamo due letture:

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!