Contenuto riservato agli abbonati io+

Nessuno escluso. I libri come silenziosi laboratori di accoglienza

Un percorso di educazione alla lettura basato sui temi dell'inclusione e dell'accoglienza: la proposta viene da Monfalcone, in Friuli-Venezia Giulia. Dedicato a bambini, adolescenti e giovani adulti, da 0 a 18 anni, il progetto prevede attività differenziate per fasce d'età e momenti di formazione per educatori e insegnanti.

di Redazione GiuntiScuola31 agosto 20161 minuto di lettura
Nessuno escluso. I libri come silenziosi laboratori di accoglienza | Giunti Scuola

"Nessuno escluso, i libri come silenziosi laboratori di accoglienza" è un progetto di inclusione attraverso e con la lettura avviato in questi giorni in Friuli-Venezia Giulia, a Monfalcone, dove si registra una significativa presenza di alunni stranieri .

Dedicato a bambini, adolescenti e giovani adulti, da 0 a 18 anni, il progetto prevede attività differenziate per fasce d'età e momenti di formazione per educatori e insegnanti sui temi della migrazione e delle difficoltà di lettura . La pratica più utilizzata sarà quella di rafforzare il trasferimento dell'esercizio della lettura nelle famiglie. Inoltre, è prevista l'organizzazione di iniziative specifiche nei Comuni e nelle biblioteche municipali grazie alla rete dei lettori volontari Nati per leggere (Npl) .

Alla fine del percorso sarà realizzata la mostra di libri bianchi Destinazione Lampedusa . Libri bianchi dove troveranno spazio le narrazioni delle esperienze migratorie delle stesse famiglie coinvolte nel progetto. Inoltre ci sarà una giornata di letture collettive - intitolata la Biblioteca dell'accoglienza - aperte a tutta la cittadinanza.

Per saperne di più