Malala apre una scuola per giovani siriane rifugiate nei campi profughi del Libano

In occasione del suo 18° compleanno, il premio Nobel Malala Yousfazai ha inaugurato una scuola per le giovani siriane rifugiate nei campi profughi della Valle della Bekaa, sul confine siriano.

di Redazione GiuntiScuola · 23 luglio 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
0 min read

Il 12 luglio Malala ha compiuto 18 anni. Per l'occasione ha avviato una campagna su twitter #booksnotbullets (libri non proiettili) e ha inaugurato una nuova scuola sul confine siriano, in Libano, nella Valle della Bekaa. La scuola è dedicata a 200 ragazze siriane tra i 14 e i 18 anni rifugiate nei campi profughi di questa zona .

“Il loro coraggio e la loro dedizione nel continuare ad andare a scuola in simili condizioni è d’ispirazione per le persone di tutto il mondo ed è nostro dovere sostenerle”, ha detto Malala, che con la sua fondazione ha stanziato 250mila dollari per sostenere le attività dell’Unicef e dell’Unhcr utili al funzionamento della scuola .

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!