L'Italia siamo noi

Il giornalista Jacopo Storni raccoglie in un libro le testimonianze di uomini e donne immigrati "di successo": persone che, pur nate in altri Paesi, non solo si sentono italiane, ma danno all’Italia molto più di quanto hanno ricevuto.

di Redazione GiuntiScuola · 01 luglio 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Liliam Altuntas, nella foto accanto, è nata 36 anni fa in una favela brasiliana e sin da bambina sogna di creare una pasticceria. Ha realizzato il suo sogno a Torino, dove vive da 20 anni. A giugno ha vinto un premio come migliore imprenditrice immigrata . La sua storia, insieme a quelle di altri immigrati "di successo", è raccolta in un libro recente del giornalista Jacopo Storni, L'Italia siamo noi.

“Finché continueremo a raccontare gli immigrati soltanto come profughi, poveracci, schiavi, badanti e delinquenti, gli immigrati resteranno sempre e soltanto profughi, poveracci, schiavi, badanti e delinquenti", ha detto l'autore durante un'intervista. Per questo ha raccolto nel volume le testimonianze concrete di uomini e donne in carne e ossa che, pur nati in altri Paesi, non solo si sentono italiani, ma danno all’Italia molto più di quanto hanno ricevuto .

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!