Leggere e raccontare storie per dare voce alla continuità educativa

La pratica del narrare promuove e rafforza la capacità di creare relazioni tra le cose e tra le persone, di costruire significati, di organizzare la conoscenza. Attraverso le storie si può educare al valore della continuità.  Di Simona Baratti

di Redazione GiuntiScuola · 21 maggio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

Il dibattito sul tema della continuità educativa di questi ultimi anni ci interroga come adulti, educatori e genitori, e ci sollecita a progettare azioni concrete e dispositivi educativi efficaci.

Cos’è la continuità?


Se consideriamo la parola “continuità” nel suo significato etimologico di “tenere insieme”, possiamo coglierne il valore pedagogico nei percorsi di crescita e di formazione, non soltanto dei bambini e delle bambine, ma anche di tutti noi adulti. Educare alla continuità

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it