Le storie sono un'ancora: narrare ai bambini migranti

Crescere con le storie, con esperienze nelle scuole, nei nidi e nelle famiglie: esperti e giovani volontari impegnati per leggere e narrare ai bambini migranti. Un seminario del centro COME.

di Redazione GiuntiScuola · 17 maggio 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

L'inclusione passa anche attraverso la lettura: il progetto “Le storie sono un’ancora” del Centro COME sostiene i bambini nuovi italiani con la narrazione. Il seminario Le storie sono un'ancora - Narrare in italiano e in lingua madre ai bambini migranti si propone di condividere idee, pratiche e consapevolezze che sono alla base del progetto e per presentare le azioni e i materiali realizzati.

Fra gli interventi in programma si segnala "Crescere con le storie. Pratiche narrative nella migrazione, in italiano e in lingua madre" di Graziella Favaro, Centro Come, referente del progetto “Le storie sono un’ancora” e direttore di "Sesamo".
I bambini migranti hanno minori opportunità di ascoltare storie ed essere avvicinati ai libri: assenza dei nonni, poco tempo dei genitori, scarsi materiali in lingua madre sono fattori che possono portare a un "vuoto narrativo".
Un vuoto che può essere colmato, grazie anche a giovani studenti universitari volontari, con la diffusione di pratiche narrative nelle scuole dell’infanzia, nei servizi educativi 0-3 anni e nelle famiglie.
Appuntamento giovedì 25 maggio 2017 (dalle ore 15 alle 18) alla Caritas Ambrosiana (Sala Mons. Bicchierai), Via San Bernardino 4, Milano.

Per saperne di più

Per informazioni e iscrizioni:
Centro COME
Tel. 02 67100792
www.centrocome.it
Email: info@centrocome.it

Scarica il programma completo .