L'amore che supera i confini e le differenze

Un nuovo albo Carthusia racconta la storia del misterioso Omar e della principessa Maro, che appartengono a religioni diverse, vivono al tempo dell'inquisizione e hanno entrambi il destino scritto nel nome (e il destino è "amor": quello di amarsi). 

di Redazione GiuntiScuola · 12 dicembre 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Per bambini da 8 anni in su, l'albo Carthusia Amor racconta la storia d'amore tra Omar e la principessa dei mori Maro, avversata dai tempi (quelli dell'inquisizione) e dai conflitti che sembrano non riuscire a spegnersi col tempo (quelli tra religioni, culture e abitudini diverse che non riescono a dialogare). La chiave del testo sta tutta nel suono delle parole e nell'incontro tra le lettere come possibilità di incontro e di cambiamento di prospettiva dotato di un senso.

Omar e Maro, la principessa mora, hanno infatti il destino segnato nel nome, l'uno anagramma dell'altro e di tante altre parole, tra cui "amor": l'amore, l'amarsi, a dispetto delle divisioni e dei conflitti. Il suono delle emozioni riesce così a esprimersi in maniera insieme magica e chiara, quasi andasse a comporre una preghiera, un canto, una poesia. Basta ascoltare i sospiri della principessa: " Amor, amor, amor ... sospirava Maro , la mora principessa dei mori. Sospirava per un tal Omar che era arrivato con un ramo fiorito per invitarla all'Altare degli Altari " (la basilica di San Pietro: Roma ). Oppure smarrirsi nella dolcezza dei nomignoli dell'amore che Omar ha assegnato a Maro: "Mia piccola Amro, mia misteriosa Roám , mia esotica Aróm " .

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!