La salute si impara

Giunti Progetti Educativi è una società del Gruppo Giunti che realizza campagne educative destinate al mondo della scuola. Questo mese, ci propone di riflettere su educazione alimentare, sovrappeso e benessere dei bambini.

di Redazione GiuntiScuola · 11 febbraio 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

“Il cibo di domani passa dal ritorno agli orti, l'ha ben capito Michelle Obama che ha sostenuto questa pratica nelle scuole americane, mentre da noi bisogna ancora confidare nella buona volontà degli insegnanti... frutta e verdura saranno un modo per combattere l'obesità infantile, autentica pandemia del mondo occidentale”.
Carlo Petrini

Sovrappeso e obesità: come stanno i bambini italiani

Da cosa si misura lo stato di salute di una nazione? Prima di tutto, dal benessere dei suoi bambini. E se in molte zone del mondo la malnutrizione è ancora la causa di moltissime morti infantili, molti paesi sono invece colpiti da due patologie che l’organizzazione mondiale della sanità ha definito una “silente epidemia globale”: sovrappeso e obesità. Un’epidemia che tocca anche l’Italia: nel nostro paese, un bambino su tre ha problemi di peso e una forte probabilità di sviluppare, in futuro, diabete e patologie cardiovascolari.

Questa situazione drammatica, che se non si interviene avrà conseguenze economiche e sociali pesantissime, può essere risolta solo con un intervento combinato delle famiglie, dello Stato e della scuola. Intervento che è già in atto, e che sta dando i primi, piccoli ma incoraggianti, risultati. Lo dice lo studio più importante su sovrappeso e obesità nei bambini italiani, Okkio alla salute , promosso dal Ministero della salute/Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Le cause del problema

La prima raccolta dati di Okkio alla salute , avvenuta nel 2008 su un campione di oltre 45.000 bambini di tutta Italia, forniva dati preoccupanti: il 12,3% di loro era obeso e il 23,6% in sovrappeso. Le cause? Cattive abitudini alimentari , scarsa attività fisica e comportamenti sedentari. Molti bambini facevano colazioni non adeguate o merende troppo abbondanti a base di snack ipercalorici o bevande gassate, non consumavano frutta e verdura, non facevano sport o attività fisica e trascorrevano più di 2 ore al giorno davanti alla tv e ai videogiochi.

Stili di vita negativi troppo spesso legati a quelli della famiglia di origine, che spesso sottostimava il sovrappeso dei propri figli. Era necessario mettere in atto interventi di educazione e formazione che coinvolgessero le famiglie e la comunità: in poche parole, attraverso la scuola.

Piccoli interventi per grandi risultati: il lavoro della scuola

Negli ultimi anni, la consapevolezza della serietà del problema del sovrappeso infantile e gli interventi di educazione alla salute nelle scuole si sono moltiplicati: campagne a cura del Ministero della salute e dell’istruzione, iniziative degli enti locali, e soprattutto tantissimi interventi messi in atto dalle singole scuole e insegnanti, che spesso hanno saputo coinvolgere attivamente le famiglie. I risultati sono incoraggianti : l’ultima raccolta dati di Okkio alla salute ha visto la percentuale di bambini obesi o in sovrappeso calare al 9,8% e al 20,9%. pochi punti percentuali che ci dicono che il cambiamento è iniziato, ma il lavoro da fare è ancora tanto: un bambino italiano su tre ha ancora problemi di peso.

Una proposta didattica: le arance arrivano in classe

Come ben sanno genitori e insegnanti, stimolare i bambini a fare movimento e mangiare in modo corretto – anche cominciando da piccoli gesti, come sostituire gli snack con la frutta – è una sfida tutt’altro che semplice; per provare a renderla più piacevole, si può proporre alla classe un kit didattico coloratissimo dedicato alle arance e agli agrumi , con numerose proposte di attività da fare in classe e, per ogni bambino, un libro con tre bellissimi racconti di guido quarzo, uno degli autori per ragazzi più amati. È Il giardino delle arance , realizzato da giunti progetti educativi in collaborazione con Oranfrizer e Terre e sole di Sicilia. Buona lettura e buon divertimento!

Per saperne di più

Le illustrazioni di questo articolo sono di  Agnese Baruzzi © Giunti Progetti Educativi

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!