La lettura ad alta voce: empatia e mondi possibili

Andrea Smorti (Università di Firenze) spiega i vantaggi di leggere ad alta voce: “comprendere e comprendersi” e avvicinare i bambini a testi narrativi “difficili”

di Redazione GiuntiScuola · 13 giugno 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read
“Empatia e mondi possibili sono alla base della comprensione di sé e dell'altro” scrive Andrea Smorti (Università di Firenze) sul numero speciale di Scuola dell'Infanzia dedicato alla lettura , nell'articolo “Leggere perché? Per comprendere e comprendersi”. mondi possibili e costruzione del proprio Sé attraverso la narrazione. “La lettura ad alta voce per essere efficace ha bisogno di un'interpretazione che si basi sull'empatia e sulla capacità di costruire mondi possibili, ma anche di una t

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it