La forza della lingua: "Percorsi di inclusione"

A Palermo "Cerchiamo l'inclusione": percorsi della Scuola di Lingua italiana per Stranieri (ItaStra) destinati a soggetti fragili, migranti, minori stranieri, donne con bambini. 

di Redazione GiuntiScuola · 25 maggio 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Venerdì 26 maggio a Palermo la Scuola di Lingua italiana per Stranieri (ItaStra) presenta il progetto “La forza della lingua. Percorsi di inclusione per soggetti fragili”
Sarà l’occasione per condividere materiali didattici per l’insegnamento dell’italiano L2 a migranti e rifugiati con bassa scolarità e videoracconti con storie di inclusione.

Protagonisti della giornata saranno innanzitutto i destinatari dei percorsi didattici, i "soggetti fragili", ovvero 430 cittadini provenienti da aree del pianeta a forte criticità sociale e politica. Minori stranieri non accompagnati, donne con bambini piccoli e/o che per motivi culturali preferiscano frequentare corsi femminili, analfabeti (uomini, donne e minori), vittime o ex vittime di tratta, immigrati che hanno subito gravi forme di violenza fisica o psicologica.

Il progetto è finanziato con fondi europei FAMI, Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020.

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!