La festa del papà: a scuola con i figli tra libri e colori

Una giornata pre-testo per proporre un’esperienza inusuale fra padri e figli

di Marcella Dondoli · 19 marzo 2019
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read
Alla festa del papà come a quella della mamma troppo spesso viene dato un significato consumistico che fa perdere di vista quello che potrebbe essere il vero senso: creare occasioni per stare insieme.
Trascorrere tempo in compagnia gli uni degli altri non sempre è facile: il lavoro, la stanchezza e altro ancora sono spesso motivo di lontananza fra i membri di una stessa famiglia. Il gruppo di lavoro della scuola dell’infanzia Baticuore insieme alla rappresentante dei genitori si è fermato a riflettere sul modo di festeggiare questa ricorrenza ed è nata l’idea di farne motivo per offrire a bambini e padri un tempo da dedicare alla cura del loro rapporto .

L’ esperienza

Alle 9.30 i papà arrivano a scuola. Si siedono con i loro figli nell’angolo della libreria e uno di loro legge la storia di Guji Guji . Al termine commentano insieme ciò che accade al piccolo coccodrillo che è finito in un nido di uova di anatre e che con il passare del tempo ha imparato a fare… l’anatra! Purtroppo un giorno arrivano i coccodrilli, e…! Le emozioni che suscita la storia sono molte, padri e figli le commentano insieme soffermandosi soprattutto su quelle della tristezza e della gioia.
La tristezza è: … quando feriscono i sentimenti, quando mi brontolano e piango, quando sei in un posto da solo… La gioia è: quando il babbo torna a casa , quando siamo tutti insieme, le emozioni sono dentro di noi e sono belle come la gioia...

Dopo i commenti si recano nel laboratorio per rappresentarle con i colori e i pennelli . Il laboratorio è già allestito con strumenti e materiali adatti all’esperienza: sui tavoli ci sono fogli di carta bianca formato A3 , fogli di carta pacchi, colori a tempera, pennelli, bicchieri con l’acqua e piattini dove mettere il colore. Sul foglio piccolo ognuno rappresenta le emozioni separatamente, su quello grande, invece, dipingono insieme tranciando a turno linee colorate che vanno dal basso verso l’alto e da destra verso sinistra.

 

In scena

Silenzio e allegria accompagnano l’esperienza; gli sguardi fra padri e figli rivelano la complicità che c’è fra ognuno di loro… qualcuno dice: non mi copiare… e la risata scappa. Forse un po’ di imbarazzo iniziale fra i papà ha fatto da cornice ma nessuno ha esitato a mettersi alla prova lasciandosi andare a una sorta di competizione dove l ’ironia ha reso leggero e allegro il tempo che “grandi e piccoli” hanno trascorso insieme . Bellissimi lavori colorati rimangono ad esempio della gioia che questa esperienza ha suscitato in ognuno di loro.

Per saperne di più

L’esperienza è stata realizzata nella scuola dell’infanzia comunale Baticuore di Batignano (GR) gestita dalla cooperativa Giocolare di Pontassieve (FI). L’albo illustrato proposto è Guji Guji di Chih-Yuan Chen edito da bohem press, 2015.