La bambina che vuole la bambola nera diventa un caso negli USA

La cassiera alla bambina bianca: "Prendine una che ti assomiglia di più". Migliaia di commenti. Interviene anche la figlia di M. L. King. 

di Redazione GiuntiScuola · 11 aprile 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
0 min read

Sofia, una bambina di due anni (bianca), sceglie una bambola-dottoressa (nera) e la cassiera del negozio di giocattoli le consiglia: "Prendine una che ti somiglia".

"Sofia le ha risposto che la bambola le somigliava: era una dottoressa, come lei. Era carina, come lei. Aveva lo stetoscopio, come lei. Mia figlia non si è fatta scoraggiare: magari un'altra bimba lo avrebbe fatto" ha raccontato su Facebook Brandi Benner, madre di Sofia. Il post è stato condiviso più di 140mila volte e ha avuto migliaia di commenti. Molti anche a sfondo razzista. È intervenuta anche Berenice King, figlia di Martin Luther King: "La scelta di questa bambina è il segno di un cambiamento che ci porterà a vedere oltre il colore della pelle e che metterà fine ai giudizi che si basano su questo".

Credits: Repubblica.it

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!