Il sorpasso delle "seconde generazioni"

Il Miur registra il ‘sorpasso’ delle seconde generazioni: gli alunni senza cittadinanza italiana ma nati in Italia sono più del 50%.

di Redazione GiuntiScuola · 28 ottobre 2014
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Gli alunni con cittadinanza non italiana nati in Italia sono ormai il 51,7% del totale degli studenti figli di migranti. La notizia viene dal MIUR, che ha registrato il "sorpasso" delle seconde generazioni in una nota del 27 ottobre.

Il dato emerge da una ricerca dal titolo "Alunni stranieri nel sistema scolastico italiano 2013/2014". Dal testo risultano anche altri dati messi in evidenza dal Ministero:

  • a giugno erano presenti nelle scuole italiane di ogni ordine e grado 802.785 alunni figli di migranti, 16.155 in più rispetto al 2012/2013. Di questi 167.591 hanno frequentato la scuola dell’infanzia, 283.233 la primaria, 169.780 la secondaria di I grado, 182.181 quella di II grado;
  • aumentati gli alunni entrati per la prima volta nel sistema scolastico italiano: sono il 4,9% del totale degli alunni con cittadinanza non italiana rispetto al 3,7% dell’anno precedente e al 4,8% di due anni fa;
  • la regione che ospita più alunni di cittadinanza non italiana è la Lombardia, con 197.102 presenze. L’incidenza maggiore si registra però in Emilia Romagna dove gli studenti con cittadinanza non italiana sono il 15,3% del totale. Seguono Lombardia e Umbria con il 14%. Tra i comuni italiani con la più alta concentrazione di alunni figli di migranti si segnala Pioltello, con oltre il 30%. I comuni di Campi Bisenzio, Cologno Monzese, Arzignano e Prato vanno oltre il 22%;
  • Il 10% degli studenti con cittadinanza non italiana frequenta una scuola non statale contro il 13,3% degli alunni italiani.

Per saperne di più

30 Ottobre 2014 Scuola dell'infanzia

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!