Il maestro dei profughi

Maestro per tutta la vita, Benito Ermes Beltrame ha adesso 92 anni, e insegna e impara tante cose facendo il prof. di giovani profughi africani ospitati a Frisanco. Qualche giorno fa il Presidente della Repubblica gli ha dato il titolo di commendatore dell’Ordine al merito.

di Redazione GiuntiScuola · 13 ottobre 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Li chiamiamo "eroi della quotidianità", ma sono eroi proprio perché non si sentono tali quando fanno semplici gesti di umanità e partecipazione. Un caso che si è guadagnato ampia eco di stampa è quello di Benito Ermes Beltrame da Frisanco, 92 anni compiuti, una vita da maestro e adesso impegnato ad alfabetizzare i giovani profughi francofoni rifugiati nella sua città, dai quali dice di imparare moltissimo.

Benito Ermes è stato insignito dal Presidente Mattarella del titolo di commendatore dell’Ordine al merito . Ha accettato il riconoscimento con pacatezza e modestia ("l'ho sentito alla radio, poi ho ricevuto la telefonata da Roma"), raccontando le difficoltà iniziali e il bel rapporto che si è adesso creato nella sua "classe". Continuerà a insegnare ai suoi ragazzi: venti circa, tra i 19 e i 25 anni, provenienti da Senegal, Ghana, Nigeria e Costa d’Avorio.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!