Francia, basta compiti a casa

Il neoministro dell’Educazione Jean Michel Blanquer introduce quindici ore al mese di studio "accompagnato" a scuola al posto dei compiti a casa. Per favorire l'uguaglianza degli studenti, da qualunque famiglia provengano. 

di Redazione GiuntiScuola · 15 giugno 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
0 min read

Il neoministro dell’Educazione francese Jean Michel Blanquer, in linea con le promesse fatte da Emmanuel Macron in campagna elettorale, vuole eliminare i compiti a casa: introducendo ore di studio "accompagnato" a scuola intende favorire l'uguagianza sociale e permettere a tutti i ragazzi di arrivare a casa con i compiti fatti. La questione dei compiti assegnati per casa è un argomento molto discusso anche in Francia e questa novità ha già suscitato un dibattito.

Leggi l'approfondimento su Corriere.it