Il ponte di Monet per accogliere alla scuola dell'infanzia

Ecco l'esperienza di una scuola per ripartire insieme nel nuovo anno scolastico

di Redazione GiuntiScuola · 01 ottobre 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read
"Abbiamo pensato di realizzare un lavoro collettivo per affrontare l'accoglienza: il ponte come un passaggio , una strada, un collegamento che unisce e non separa. Con noi insegnanti a farsi ponte verso ogni bambino che si ritrova smarrito, senza punti di riferimento. Li abbiamo presi per mano, uno per uno, nel dipingere Il ponte giapponese di Monet ".

Così raccontano Francesca Epifani e Silvia Cascelli , insegnanti della scuola dell'Infanzia di Borroni, dell'Istituto Comprensivo 1 di Foligno . Nella programmazione annuale, lo scorso anno scolastico, ogni bambino ha riprodotto Lo stagno delle ninfee di Monet. Ricollegandosi a questa attività e ispirate dall'articolo della nostra rivista "Scuola dell'Infanzia" (numero 1 2019, "L'angolo dell'arte", Anna Lisa Di Giacinto, pag. 62-63) hanno realizzato questa attività con i bambini delle tre fasce di età della sezione B. La tecnica usata è tempera spugnata, i fiori sono stati realizzati con stencil.


Un ponte per accogliere : scarica il progetto a questo link

Scuola dell'infanziacomunicazionearteDialogogentilezzalavorettidocente

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it